Montemarciano: le Marche protagoniste al Transpotec di Verona con la Rao

18/03/2015 - Ci sarà anche la RAO di Montemarciano (AN) tra le aziende italiane costruttrici di veicoli industriali e carrozzerie protagoniste all'edizione di TRANSPOTEC 2015, la manifestazione organizzata da Fiera Milano, dedicata a trasporti e logistica, unico appuntamento in Italia orientato al mercato internazionale e pensato per offrire risposte concrete a tutti gli operatori del settore.

In questo contesto importantissimo per il comparto, la storica azienda Marchigiana con sede a Montemarciano (AN) nota da sempre per la produzione di allestimenti ribaltabili per veicoli industriali e commerciali realizzati utilizzando soprattutto leghe di alluminio presenterà la sua recente gamma di prodotti tra i quali figurano rimorchi e semirimorchi realizzati ed assemblati totalmente nel suo sito produttivo. Da fine anni '90 la RAO è presente nel mercato del “trailer” con la nascita di prodotti tutto “Made in Marche” che vengono apprezzati dal mondo del trasporto nazionale ed europeo per sua leggerezza ed affidabilità che si traducono in maggiore capacità di carico e di conseguenza maggiore redditività per l'utilizzatore.

Nonostante il momento congiunturale difficilissimo che ha investito l'autotrasporto e di conseguenza ogni comparto ad esso legato come meccanica ed automotive, l'azienda di Montemarciano si è dedicata alla ricerca di nuovi prodotti ripartendo da una totale riprogettazione dei veicoli cercando di concentrare la produzione all' interno della Regione coinvolgendo aziende di rilievo per quanto riguarda la produzione di componenti in acciaio e di altre firme italiane per quanto concerne l'impiantistica utilizzata così da ottenere un prodotto che può davvero fregiarsi di essere considerato Total Made in Italy in quanto da parte della RAO è stata condotta una ricerca di filiera dove anche il particolare acquistato è realizzato totalmente in Italia. I vecoli prodotti della RAO seguono perfettamente la concezione green poichè per la loro realizzazione vengono usati materiali e componenti che oltre ad assicure minori costi di esercizio prevedono la totale riciclabilità una volta che il mezzo avrà treminato il proprio esercizio e allo stesso tempo che non producano alcun impatto sull' ambiente durante le fasi di realizzazione.

Attualmente le richieste stanno aumentando ci dicono alla RAO e per il 2015 l'azienda conta di raggiungere i numeri del 2009 anche se oggi il problema che paradossalmente si stà verificando in modo particolare nelle Marche riguarda il reperimento di manodopera qualificata, poiché lo Tsunami della crisi che non ha risparmiato il nostro comparto ha purtroppo fatto disperdere tantissime figure professionali come carrozzieri, saldatori ed elettrauti, come se non bastasse le politiche di austerità e di accesso al credito adottate dalle banche che hanno ulteriormente amplificato l'effetto della crisi penalizzando gravemente tutte quelle aziende che negli anni hanno sempre cercato di garantire elavati livelli di ricerca e sviluppo del prodotto e di occupazione. Nell'anno in cui gli occhi del mondo sono puntati su EXPO 2015, la partecipazione della RAO al TRANSPOTEC vuole lanciare un messaggio chiaro e forte che è quello di credere nelle aziende italiane che da sempre sanno garantire elevati livelli di professionalità, competenza ed innovazione, per far si che l’impegno profuso ogni giorno permetta di superare ogni tipo di crisi senza tralasciare quale sforzo si debba sostenere in questi momenti da parte della proprietà e maestranze di credere nell'azienda e continuare la propria mission che da mezzo secolo di attività fanno segnare ancora passi importanti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2015 alle 12:28 sul giornale del 19 marzo 2015 - 1460 letture

In questo articolo si parla di attualità, montemarciano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agUd