Complanare: a fine estate l'apertura del secondo tratto. Mangialardi, 'Strategica per la viablità'

maurizio mangialardi 17/03/2015 - Rush finale per i lavori di ampliamento delle terza corsia e soprattutto della seconda bretella della complanare. I lavori, ripresi nell'ottobre scorso dopo un lungo stop dovuto a problemi nell'appalto dei lavori, stanno procedendo a ritmo spedito e secondo il cronoprogramma la conclusione è attesa per fine estate.

Già a settembre dunque potrebbe avvenire il taglio del nastro del secondo tratto della complanare, quello che va dal casello autostradale fino al Ciarnin, che completa finalmente un'arteria che consentirà di bypassare la statale e il centro urbano nell'attraversamento nord-sud della città.

“I lavori sono ripresi ormai da alcuni mesi e stanno procedendo nel rispetto dei tempi annunciati da Società Autostrade -annuncia il sindaco Maurizio Mangialardi- i lotto di ampliamento della terza corsia dell'A14 nel tratto Senigallia-Ancona Nord per noi è particolarmente significativo perchè legato alla realizzazione anche della complanare. Il primo tratto, che va dal casello autostradale a Strada della Marina, è ultimato e operativo da oltre un anno e mezzo ormai. La seconda bretella è ovviamente legata ai lavori della terza corsia nel tratto sud ma direi che il cronoprogramma elaborato da Società Autostrade procede bene e pensiamo che per fine estate il cantiere potrà essere concluso”.

Il maxi cantiere della terza corsia e della complanare sta creando disagi sia alla circolazione lungo l'asse autostradale, a causa dei lavori che prevedono il rifacimento di viadotti e gallerie, sia alla viabilità urbana perchè alcune strade di raccordo alla complanare (come le rotatorie di Sant'Angelo e di Marzocchetta) sono chiese da mesi. Per la ripresa del cantiere i lavori sono stati affidati da Società Autostrade al Gruppo Salini sotto la direzione tecnica di Spea. In totale sono stati stanziati per la terza corsia e complanare oltre 300 milioni di euro, con la realizzazione di 4 viadotti autostradali, 2 svincoli e la costruzione della galleria naturale del Cavallo.

“La complanare sud è un completamento del primo tratto che tutto il territorio attende da tempo e che snellirà notevolmente il traffico sulla statale e nell'attraversamento urbano -aggiunge Mangialardi- proprio in questi mesi, in cui un tratto di statale è chiusa per i lavori di rifacimento del ponte di via Perilli, ci accorgiamo di quanto la complanare sia preziosa. Gli stessi benefici che abbiamo riscontrato con l'apertura delle prima bretella sono sono parziale. I benefici reali saranno constatabili sono a completamento dell'opera”.





Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2015 alle 23:49 sul giornale del 18 marzo 2015 - 5016 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, complanare, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agSF


Okay, ma quando aggiusteranno le strade esistenti dato che sono diventate una groviera? ah alle prossime elezioni vero. Ma andate a straf.......... a tutti i politici

Luigi Alberto Weiss

18 marzo, 08:05
E' una grande opera? Sbrigatevi alla pomposa inaugurazione, prima che qualcuno cacci il naso nella pratica come per Expo, Mose e tutto il cucuzzaro.

Tarcisio Torreggiani

18 marzo, 09:49
Finalmente; siamo in ritardo di quasi 4 anni, ma meglio tardi che mai

e' un'opera che è stata contestata da tanti....ma che sarà rivalutata interamente da tutti per la sua funzionalità

Un volantino del 2010, autostrade spa, indicava per 154 km una spesa complessiva di 2.5 miliardi di euro.

16.2 milioni al chilometro, mille euro ogni 6 centimetri.

Ora si tira fuori che, oltre alla terza corsia, il costo complessivo nel territorio di senigallia la spesa è di 300 milioni di euro (6mila euro per ogni abitante di senigallia).

Non ho capito bene dove sarebbe la convenienza.

Chiediamo ai cittadini di senigallia, tutti, se preferirebbero 6mila euro a testa o la terza corsia (a pagamento) piuttosto che la complanare (ingresso nord spostato dalla bruciata per non irritare fiorini, suppongo)....

In quanto alle altre strade disastrate:

Quando verrano riparate?

Mai.

Semplicemente perchè riparare tutte le strade è inutile, dato che si rompono in meno di un anno a causa della possibilità lasciata ai veicoli commerciali di circolare dove vogliono...

Volete le strade riparate?

Bene, si faccia una semplice ordinanza in cui tutti i veicoli che necessitano di patente C (sopra 3.5 tonn) devono andare solo sulle provinciali, eslusi residenti, carico e scarico.

Altrimenti sono soldi buttati.

p.s.:
Aumentare il numero delle strade non fa alto che aumentare il numero di strade di cui bisogna eseguire manutenzione.

L'italia ha il maggior chilometraggio di strade provinciali, statali e comunali (escluse superstrade e autostrade) in europa, il che la dice lunga su come sono viziati (tanto quanto incapaci alla guida) gli italiani........

Giovanni Fiorini

20 marzo, 09:19
Per quale motivo avrebbe dovuto irritare la mia famiglia o la mia azienda se la complanare avesse avuto l'ingresso sulla bruciata??? Chiunque lei sia prima di tirarci in ballo rifletta sulle cose!




logoEV