Paradisi sulla Casa Protetta: 'Ospitalità a rischio, si congelino subito le rette per gli anziani'

roberto paradisi 16/03/2015 - Ho apprezzato la relazione in conferenza dei capigruppo e, in parte, il lavoro svolto dalla Fondazione Città di Senigallia (ex Irab) constatando che alcune questioni che il sottoscritto aveva denunciato all’inizio di questa legislatura (insufficienza del personale e maggiore assistenza agli anziani) sono state positivamente risolte.

Per questo ho voluto riconoscere al presidente Guzzonato la serietà del suo impegno. Restano però ancora questioni aperte sul tappeto e perplessità per delle scelte che, sinceramente, sono difficili da condividere. Ad iniziare dall’acquisto da parte della fondazione del palazzo che ospita il “Museo dell’informazione”, fino ad oggi un inutile carrozzone di spesa (le opere potevano essere ospitate in altri spazi museali comunali) ad uso e consumo di una precisa corrente del Pd.

L’idea del presidente Guzzonato è quella di realizzarci una scuola di cinematografia e fotografia. Un’idea ambiziosa, forse troppo. Se poi si è costretti – come ha preannunciato Guzzonato – ad aumentare, dopo un periodo di stabilizzazione, le rette per gli anziani ospiti della casa di riposo. Ho ricordato al presidente e al Consiglio di Amministrazione (molti consiglieri sembrano abbiano dimenticato il loro ruolo di controllori con spirito critico all’interno della struttura) che la missione principale non può che essere quella sociale di massima assistenza ai nostri anziani. Non si possono investire milioni di euro per progetti così ambiziosi (magari acquistando una struttura comunale su input del sindaco Mangialardi) e poi chiedere altri soldi ad anziani che, a mala pena, riescono a onorare le rette con le proprie pensioni. Ogni coscienza critica dovrebbe avere un sobbalzo di fronte a tutto ciò.

Chiedo pertanto direttamente al presidente Guzzonato, che già in passato ha dimostrato di tener conto delle indicazione arrivate dal Coordinamento Civico, di rivedere questa posizione e di congelare ogni aumento di retta a carico degli anziani e delle loro famiglie (previste per maggio 2015). La Fondazione Città di Senigallia ha un importante patrimonio (anche grazie a lasciti in parte destinati alla cura e all’assistenza degli anziani). Si valorizzi il patrimonio, anziché chiedere ulteriori impegni agli anziani. Ogni consigliere di amministrazione è chiamato a lavorare in questo senso. Diversamente perderebbe ogni senso il controllo pubblico che pur rimane in questa struttura che è e resta una risorsa per tutta la città.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2015 alle 21:31 sul giornale del 17 marzo 2015 - 592 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, politica, coordinamente civico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agPE





logoEV