Tra sogni, canzoni e vita privata, Beppe Fiorello porta in scena il suo Modugno

Giuseppe Fiorello 15/03/2015 - Dieci minuti di applausi scroscianti; standig ovantion e un po' di commozione sul palco. Il “sogno” dipinto di blu di Giuseppe Fiorello ottiene l'ennesimo riconoscimento al Teatro la Fenice e consacra l'attore siciliano come l'alter ego di Modugno.

 

“Penso che un sogno così” è uno scrigno di storie: la storia del “picciriddu” Giuseppe, un bambino timido che non parla mai e che vive all'ombra del fratello “pieno d'energia e già pronto per la TV”; del padre finanziere sempre con il sorriso sulle labbra, che invitava tutti a casa e che amava cantare le canzoni di Modugno; e infine, ma non da meno, la storia del cantautore pugliese che si è finto siciliano e che con il suo “Volare” ha conquistato l'Italia e gli Stati Uniti.

In questo scrigno di storie, si mescolano momenti allegri come il racconto del viaggio in macchina per andare a casa della nonna; di momenti tragici come quello della morte del padre; di temi attuali, come gli accenni all'ILVA di Taranto o “scoop” giornalistici come la “paura” dopo la chiamata per interpretare il ruolo di Modugno.

Il tutto sempre accompagnato dalle note e dal “timbro nasale” del cantante, le cui canzoni e la cui storia scandiscono passo per passo i ricordi di Fiorello. Partendo da “Nel Blu Dipinto di Blu”, passando per “La Lontananza”, “Tu Si' na Cosa Grande” e con gli intermezzi più scanzonati di “La Donna Riccia” e “Tambureddu”, Fiorello reinterpreta tutti i successi più belli del cantautore italiano, fino a “Vecchio Frac” che conclude con una sfumatura melanconica lo spettacolo. Il tutto accompagnato dal vivo dalle chitarre di Daniele Bonaviri e Fabrizio Palma. 

Spettacolo che si presenta così non solo come omaggio artistico, ma anche, e soprattutto, come il racconto che ha portato Fiorello a realizzare il suo sogno: quello di interpretare in TV e sul palco la vita e le canzoni di un cantante che ha segnato per sempre la sua vita.  





Questo è un articolo pubblicato il 15-03-2015 alle 10:02 sul giornale del 16 marzo 2015 - 1009 letture

In questo articolo si parla di isabella agostinelli, spettacoli, giuseppe fiorello, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agK9