Nasce la Pescheria del Porto: domenica la festa con la città tra pesce e vino

12/03/2015 - Il porto della Rovere location d’eccezione per il ritorno della Fiera Franca. E il Mercato del Porto, che inaugura ufficialmente domenica, è il primo tassello. E’ un progetto ambizioso che sta per muovere il primo passo quello promosso dall’Amministrazione Comunale e che parte con la nascita del primo mercato del pesce fresco a chilometro zero.

Pescato e venduto direttamente dai pescatori su postazioni in legno che sono state installate lungo la banchina Bixio. Insieme al pesce, in vendita da domenica tutti i giorni, sette giorni su sette, dalle 6 alle 14, il mercato si arricchisce anche dell’agroalimentare con due banchi per la vendita di frutta e verdura il martedi, il giovedì e il sabato, e per la vendita di prodotti biologici il lunedì, il mercoledì e il venerdì, sempre dalle 6 alle 14.

"La nuova pescheria del porto - afferma il sindaco Maurizio Mangialardi - è un biglietto da visita rivolto ai turisti e ai cittadini che vi si recheranno ogni mattina per la vendita di prodotti ittici e agroalimentari della filiera corta e un concreto intervento a favore di un'economia locale sostenibile. È un progetto che corona il lavoro di questi ultimi cinque anni per riqualificare l'area del porto, passato attraverso lo sgombero dell'ex Navalmeccanico e l'avvio di un'opera di recupero che mira a farne un luogo di incontro della vita sociale e commerciale cittadina. Un progetto di grandi prospettive, realizzato anche grazie alla fondamentale capacità di questa amministrazione di accedere a canali di finanziamento comunitari, oggi più che mai indispensabili di fronte ai continui tagli agli enti locali".

La prospettiva futura infatti, che vedrà il completamento nel prossimo mandato in caso di rielezione, è quella di ridare vita all’antica Fiera Franca nell’area del Porto che tornerà così ad essere sempre di più centro nevralgico di scambi commerciali. Da domenica si parte intanto con il nuovo mercato del porto, progetto è stato realizzato nell'ambito del Gruppo di Azione Costiera Marche Nord, soggetto espressione di un partenariato pubblico e privato di cui il Comune di Senigallia è socio promotore. L'amministrazione comunale ha dato attuazione al Piano di Sviluppo Locale previsto dal Fondo Europeo per la Pesca 2007-2013, ottenendo un finanziamento di 140 mila.

"L'obiettivo - aggiunge l'assessore alle Attività economiche Paola Curzi - è stato anche quello di migliorare le condizioni di vendita diretta del pescato e dei prodotti agricoli in ambito portuale, sviluppando contemporaneamente la rete per la commercializzazione dei prodotti del mare e della terra”.

“Non siamo in concorrenza con le pescherie –tiene a precisare Federico Castriota , della cooperativa Piccola Pesca- anzi. Siamo gli stessi con la licenza della vendita del pesce in barca ma abbiamo migliorato le condizioni igieniche e l’immagine del porto”.

Il mercato del Porto è costituito da 18 posteggi, di cui 16 assegnati alle associazioni delle pesca di Senigallia (Coop. Piccola Pesca, consorzio Vongolari, Sena Gallica) e 2 alle associazioni dell'agricoltura (Cia e Coldiretti). Domenica, a partire dalle 16,30, sarà una grande festa per la città. Tra un cartoccio di pesce caldo e un bicchiere di vino, i cittadini potranno familiarizzare con il nuovo spazio che si candida a divenire il naturale prolungamento della città sul mare. La "Pescheria del Porto" è stato affidata allo studio di progettazione CPIUA Ceccarelli Associati e realizzata in legno dall'azienda Subissati di Ostra Vetere.







Questo è un articolo pubblicato il 12-03-2015 alle 23:14 sul giornale del 13 marzo 2015 - 4696 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, pescheria del porto e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agDT





logoEV