'Misa, la città ha paura: soluzioni per il rischio esondazione', incontro pubblico al Portone

10/03/2015 - Il Coordinamento dei “Comitati Alluvione maggio 2014” organizza per il 13 marzo 2015 ore 21 presso la sala del Teatro Portone un incontro pubblico sul tema “ Misa, la città ha paura : soluzioni per il rischio esondazione e per il risarcimento dei danni”.

Purtroppo da maggio 2014 l’intera Città, qualche quartiere anche da prima,  vive continui allarmi di esondazione del fiume Misa e dei suoi fossi.
Anche la settimana scorsa dopo il legittimo allarme, i nostri concittadini durante la notte sono corsi a  metter al riparo i loro beni e le loro auto nei punti più rialzati di Senigallia.

La situazione non è più sostenibile ed occorrono rimedi radicali e soluzioni certe, che evitino ad ogni pioggia il rischio di rivivere quanto accaduto da ognuno di noi durante l’alluvione.
Qui non si tratta di paure o ansie, ma di timori fondati da un ripetersi di eventi ed allarmi che mettono a dura prova la serenità di noi tutti.
I cittadini alluvionati a maggio 20145 reclamano inoltre il risarcimento dei danni stimati in complessivi 180.000.000 euro, una cifra importante che nel complessivo ha messo in ginocchio economicamente la Città.

Relazionerà l’avv. Corrado Canafoglia , responsabile Ambiente Unione Nazionale Consumatori e legale del Coordinamento, il quale illustrerà anche le possibili azioni che i cittadini possono mettere in atto per tutelare il loro diritto alla sicurezza ed il loro diritto al risarcimento dei danni subiti in occasione dell’alluvione di maggio 2014.

Presenzierà altresì il Sindaco del Comune di Senigallia, Maurizio Mangialardi, il quale ha dato la disponibilità al confronto sulle problematiche  del Misa che riguardano l’intera Città di Senigallia.
E’ questo un importante momento di confronto pubblico, che mira a far chiarezza su quanto accaduto a maggio 2014 e sullo stato del Misa, ma soprattutto ad uscire con una soluzione operativa ed efficace e per quanto possibile condivisa.

Pertanto si invita l’intera Cittadinanza a partecipare con lo spirito di ricercare la verità tramite un confronto serio e concreto.
Si sta avvicinando la campagna elettorale, ma il Coordinamento intende stare lontano dalla discussione politica che già sta animando Senigallia e con tale spirito il Coordinamento intende ottenere soluzioni per l’intera Città e sta lavorando da mesi in tal senso.


da Coordinamento dei Comitati “Alluvione Maggio 2014”




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-03-2015 alle 11:48 sul giornale del 11 marzo 2015 - 1099 letture

In questo articolo si parla di attualità, alluvione, senigallia, Coordinamento dei Comitati “Alluvione Maggio 2014”

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agv5


Tarcisio Torreggiani

11 marzo, 10:52
Se il Comune non si decide ad abbassare il letto del fiume mediante escavo la città avrà sempre paura e per il Comune sarà inutile convocare il COC.

Stando alle votazione a fine maggio 2014 (tre settimane dopo l'alluvione) i cittadini non ritengono sia colpa delle amministrazioni comunali attuale e precedenti.

Ricordiamo che gli ultimi tre sindaci sono tutti e tre dello stesso partito che a fine maggio ha preso il 40 per cento dei voti.

Stando, dunque, alle scelte dei senigalliesi il rischio alluvione è inesistente.

Curioso, dunque, osservare ogni volta che passa la macchinina con l'altoparlante, osservare centinaia di senigalliesi alzarsi nel cuore della notte per spostare la macchinina in posizione rialzata.




logoEV