Da Pedaso a Milano in bici per presentare l'app IRiciclo, la Riciclata fa tappa a Senigallia

10/03/2015 - Più di 500 chilometri percorsi in bicicletta, da Pedaso a Milano, 5 tappe e altrettanti incontri con i sindaci delle città coinvolte nell'iniziativa.

È la Riciclabile, un progetto per far conoscere e divulgare l'utilizzo dell'app IRiciclo, sviluppata da un gruppo di cinque ingegneri della "xTreme software" con la passione della bici e dell'ambiente. IRiciclo, scaricabile gratuitamente da smartphone e tablet, sia per il sistema IOS che Android, è l'app che permette un veloce accesso alle informazioni giornaliere del riciclo di ogni singolo comune italiano.

Durante questo lungo e faticoso viaggio che li porterà alla Fiera di Milano per partecipare a "Fai la cosa giusta", evento dedicato al consumo critico e agli stili di vita sostenibili in programma dal 13 al 15 marzo, i cinque "ri-ciclisti" incontreranno i sindaci di Pedaso, Senigallia, Cesenatico, Bologna e Parma per chiedere l'adesione al IRiciclo. Proprio ieri è stata la volta di Senigallia, dove il sindaco Maurizio Mangialardi e l'assessore alla Città sostenibile Gennaro Campanile, hanno ricevuto il gruppo in Comune e firmato l'adesione al progetto di Senigallia.

"Cercheremo di rendere operativo a breve questo progetto - ha affermato Mangialardi - per implementare ulteriormente gli strumenti a disposizione dei cittadini finalizzati a migliorare i già importanti risultati della raccolta differenziata, che a Senigallia ha ormai superato il 66%. L'esperienza, infatti, ci dimostra che quando l'amministrazione pubblica, come nel nostro caso, mette a disposizione delle persone, delle famiglie e delle imprese mezzi adeguati ed efficienti, la risposta è sempre positiva".

Utilizzare IRiciclo è semplice. Il Comune che utilizza questo servizio potrà configurare il calendario della raccolta in funzione delle zone e dei giorni dedicati alle categorie di rifiuti da differenziare. Il cittadino che con il proprio tablet o smartphone scaricherà gratuitamente l'applicazione sarà giornalmente informato sulla tipologia di rifiuto da smaltire nel giorno corrente e nei giorni immediatamente successivi. Per ulteriori informazione è possibile consultare il sito www.iriciclo.it/ e la pagina Facebook www.facebook.com/IRiciclo, dove è possibile seguire giorno per giorno anche il diario della Riciclata.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-03-2015 alle 15:16 sul giornale del 11 marzo 2015 - 641 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agwt


Vorrei dare una dritta agli autori di IRiciclo, sicuramente utile per il cittadino, per aiutarlo a capire meglio quanti soldi sta perdendo con questo sistema di raccolta Porta a Porta e dare il VERO e GIUSTO valore a quello che fa....cioè DIFFERENZIARE.
Leggendo l'articolo l'app in questione non fa altro che ricordare al cittadino il giorno in cui passa il camion specifico rendendo (nel subconscio del cittadino) qualsiasi rifiuto uno uguale all'altro ma con giorni diversi e non aiutando affatto ad arrivare al rifiuto "zero".
Quello che invece io farei è implementare l'app con altre informazioni (purchè questi signori ingegneri non siamo particolarmente legati alle Amministrazioni ma ai cittadini) e cioè di inserire il controvalore (soldi) del riciclato per tipologia in base al peso presunto che ogni cittadino getta e sommarlo nel caso in cui non ci fosse il camion a venirlo a ritirare.
Stessa cosa per l'indifferenziato ma in questo caso visto in costi e nel caso in cui il camion pasasse solo una volta al mese.
Per l'organico invece, sempre in base al peso, il controvalore nel caso sia smaltito in un impianto a biogas PUBBLICO.

Visto e considerato che i rifiuti sono un costo DIRETTO del cittadino, grazie a questa APP potrà verificare a fine anno quanto sta pagando vedendo le bollette recapitate dal Comune oppure quanto invece avrebbe incassato, decurtando di gran lunga i costi della TARES o TARI che sia, in quest'altro caso.
Recupare informazioni, come ho fatto io, non è difficile perchè basta interpellare le aziende che si frappongono fra il cittadino ed i consorzi di recupero (COREPLA, COREVE ecc..) e per l'organico basta verificare i progetti degli impianti Biogas da FORSU.

Allora si che il vostro progetto è veramente utile che permette al cittadino con poche informazioni CAPIRE meglio quello che eventualmente si perde con un minimo sforzo e cioè quello di portare il riciclato in apposite aree strategicamente sistemate nella città.

A disposizione

paolofiore