Una rotonda sul mare, vedo gli amici giocare (online)

Rotonda a Mare 07/03/2015 - Se ne discusse parecchio ai tempi in cui Giuliano Amato era Ministro dell’Interno: la mitica rotonda sul mare di Senigallia, resa celebre dalle canzoni di Fred Bongusto, era vicinissima a diventare la sede di un casinò.

Avete capito bene: un casinò in riva al mare, dove sfidare la fortuna trascinati dalla brezza del vento e dai romantici colori delle serate d’estate.

Las Vegas a parte, vi viene in mente un luogo più suggestivo dove giocare con il destino, tra una roulette o una partita di poker?

Gli abitanti di Senigallia e gli stessi esercenti si erano mostrati molto favorevoli a questa possibilità, anche in virtù dei possibili benefici che il commercio cittadino avrebbe ricavato dai turisti e visitatori appassionati del gioco d’azzardo.

Poi il mondo della politica voltò le spalle a questa proposta, sull’onda della preoccupazione che un luogo simbolo della storia italiana potesse perdere il suo fascino culturale.

Lo stesso accade pochi anni dopo, con un’apertura che arrivò dall’allora Ministro per il Turismo Brambilla. Quella volta l’idea che la rotonda si trasformasse in un casinò fu rifiutata, senza alcun’esitazione, dall’allora sindaco di Senigallia, Luana Angeloni.

Poi con il tempo nessuno avanzò più proposte simili.
La rotonda è rimasta il luogo simbolo di queste zone: d’altronde l’architettura unica e la splendida vista dal suo terrazzo ne fanno un gioiello artistico e culturale che non ha tempo, un po’ come le parole del brano di Fred Bongusto ad essa dedicato.

Proprio pochi giorni fa lo stesso Fiorello ha tweetato un’immagine della rotonda, omaggiandone la bellezza!

Insomma, onestamente: valeva proprio la pena di dannarsi in quattro per fare di questo meraviglioso ritrovo, bagnato dal mare ed illuminato dai tramonti senza fine, un casinò? Forse sì.
Ma i numeri parlano chiaro: oggi la passione per il gioco non è diminuita, ma in grande ascesa non sono tanto i visitatori dei casinò reali, ma quelli dei casinò online.

Roulette, videopoker, blackjack, slot machines. Per tutti i gusti, per amatori e professionisti e per pc, tablet e smartphone: la passione per l’azzardo digitale sta vivendo il suo momento di ascesa massimo, con siti di gioco online sviluppati ed ottimizzati per ogni dispositivo, in completa mobilità, in grado di offrire esperienze di gioco rivoluzionarie.

La sfida alla fortuna non ha più bisogno di viaggi, faticosi se pur suggestivi, ai casinò dall’altra parte della Penisola.
Oggi è tutto più facile e non per questo meno emozionante: i migliori casinò online, su tutti StarCasinò, hanno giochi molto sofisticati dalla grafica iper-realistica che rendono queste esperienze “virtuali” solo letteralmente.

Insomma, non è il caso di disperarsi: la rotonda sul mare rimarrà quella cantata da Fred Bongusto. E potrete ritrovarvi sul terrazzo, nell’ora dell’aperitivo, a sfidare la fortuna da un vostro smartphone, a portata di touch, godendovi il tramonto estivo e – chissà – una vincita in grado di cambiarvi la settimana di vacanza.





Questo è un articolo pubblicato il 07-03-2015 alle 23:42 sul giornale del 10 marzo 2015 - 5052 letture

In questo articolo si parla di attualità, rotonda, redazione, rotonda a mare, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agsi


goffredo

10 marzo, 09:47
Preferibile immaginare la Rotonda come un luogo dove l'Arte, la Letteratura, la Musica, la Cucina, possano trovare soprattutto nei periodi estivi, comunque nelle tre Stagioni più adatte, escludendo l'Inverno, uno spazio ed una sua sede Naturale.Il gioco, casinò che dir si voglia, contribuiscono anche ad alimentare un giro di personaggi non sempre raccomandabili, direi non certo capaci di dare alla nostra Città e Spiaggia quell'immagine sperata. Poi non essendo Montecarlo, non penso si possa avere quel ritorno dal gioco sperato. Quindi sfruttare meglio ciò che già abbiamo, l'Arte e la Fotografia, ripristinare l'Evento che già avevamo sulla Poesia, la Rotonda nacque con la Musica ed il Ballo, poi abbiamo la fortuna di avere 2 grandi Personaggi di fama internazionale Maestri della Cucina (Cedroni-Uliassi) che possono essere nostri Ambasciatori del Buon Gusto a Tavola, il resto lo può fare il Mare e la sua Spiaggia, riportandola a quella di Velluto di qualche anno fà. Insomma alternative al Casinò se ne possono trovare. Volendo.

Sempre che siate molto fortunati e troviate la Rotonda aperta, altrimenti anche la vista meravigliosa dovrete guardarla rimpicciolita sul vostro smartphone

Sarebbe stata un'idea geniale, fantastica, vincente: non c'è un casinò da Lampedusa fino a Venezia.
Ci sarebbero stati turisti tutto l'anno. Ne avrebbe beneficiato l'intera città, gli alberghi e i locali del lungomare avrebbero fatto i miliardi.
Sarebbe stata un'idea veramente geniale: forse per questo non è stata fatta.

Con l'esperienza ed il lavoro manuale che svolgo da 30 anni, ho capito che i soldi facili non esistono.....turisticamente parlando direi a mio discapito, visto che nel turismo ci lavoro meglio lasciare perdere l'idea del casinò. Non siamo stati capaci di limitare i danni economici causati dalle numerosissime sale slot/gioco aperte negli ultimi anni. Non ho amato il lavoro svolto dal ex sindaco ma su questo argomento gli dò pienamente ragione.




logoEV