Trecastelli: importanti benefici per le imprese

comune di trecastelli 09/03/2015 - Nella seduta del consiglio comunale del 5 marzo 2015, con l'approvazione del nuovo regolamento IUC, in vigore dal 1 gennaio 2015 (relativo alle imposte IMU, TASI e TARI), oltre alle già comunicate agevolazioni per le famiglie residenti, il consiglio comunale di Trecastelli ha previsto importanti benefici per le imprese del territorio.

In particolare il nuovo Regolamento prevede:
1. Esenzioni e riduzioni per le nuove imprese che si insediano nel Comune di Trecastelli;
2. Agevolazioni per le imprese esistenti che assumo cittadini residenti nel territorio comunale;
3. Riduzioni per le utenze non domestiche che avviano autonomamente rifiuti al recupero.

Scendendo nel dettaglio, con l'introduzione dell'art. 24-bis sono state esentate dal pagamento del tributo TARI, per un periodo pari a due anni, le nuove imprese e attività produttive a carattere industriale, artigianale e commerciale  che si insedieranno sul territorio comunale a partire dall’anno d’imposta 2015. Trascorso tale periodo, le attività sopra descritte, potranno fruire di una riduzione del 50% che verrà applicata alla tariffa fissa e variabile per un ulteriore periodo di un anno. In sostanza alla nuove imprese viene concessa l'esenzione dall'imposta sui rifiuti per due anni e una riduzione del 50% per il terzo anno.

Con riferimento alle nuove assunzioni di cittadini residenti, con l'approvazione dell'art. 24-ter è stato previsto che le imprese e le attività produttive a carattere industriale, artigianale e commerciale con sede nel Comune di Trecastelli che, nel corso dell’anno 2015 incrementano la propria pianta organica, beneficiano di una riduzione del tributo TARI pari ad euro 200,00 per ogni assunto con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di cittadini residenti nel territorio. Tale agevolazione, al permanere dei requisiti, ha una durata di tre anni.

Inoltre, sono state raddoppiate le percentuali di riduzione del tributo per le utenze non domestiche che avviano autonomamente al recupero i rifiuti assimilati prodotti. Detta riduzione, che sulla base del nuovo Regolamento può arrivare fino al 70%, è calcolata determinando la percentuale del totale dei rifiuti prodotti e avviati al recupero rispetto alla capacità potenziale di produzione totale di rifiuti assegnata all’utenza non domestica.

Per concludere, le integrazioni e le modifiche al regolamento con disposizioni indirizzate a favorire nuovi insediamenti di imprese nonché ad agevolare quelle già esistenti, anche con particolare riferimento alla possibilità di stimolare nuove assunzioni di cittadini di Trecastelli, dimostrano ancora una volta come l'Amministrazione sia particolarmente sensibile nei confronti del tessuto economico e produttivo del nuovo Comune.


dal Comune di Trecastelli
già Ripe, Castel Colonna, Monterado
 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2015 alle 23:31 sul giornale del 10 marzo 2015 - 467 letture

In questo articolo si parla di politica, trecastelli, comune di trecastelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agvq





logoEV