Vivi Senigallia, 'Senigallia si conferma città sicura e preparata ad affrontare l’emergenza'

vivi senigallia logo ok 06/03/2015 - Le condizioni atmosferiche hanno ancora una volta messo a durissima prova l’intero paese. Le Marche da Urbino a S.Benedetto hanno subito danni rilevanti a strutture ed infrastrutture registrando, purtroppo anche delle vittime.

In questo scenario di tempesta nazionale fatta di venti fortissimi, di precipitazioni consistenti e continue, di mareggiate violente, Senigallia ha confermato di essere città sicura e preparata per questi eventi. Certo molti cittadini ancora vivono con angustia e preoccupazione giornate simili, ma tutti stanno prendendo atto che la gestione di queste emergenze, da parte dell’Amministrazione ha raggiunto un livello rassicurante.

L’Amministrazione non ha purtroppo il potere di fermare o “deviare” gli eventi atmosferici che si ripetono con sempre più frequenza a dimensione nazionale e mondiale, ma ha il compito di mettere in atto tutto quello che è possibile e previsto dai piani di sicurezza per salvaguardare innanzitutto la vita dei propri concittadini e , poi, i loro beni. Il 5 marzo l’Amministrazione Comunale tutta e il Sindaco Mangialardi hanno con tempestività assoluta convocato il comitato  operativo comunale (COC)  e sono scattate le procedure di allerta alla popolazione interessata, di interventi lungo fiume e fossi e di monitoraggio continuo.

Determinanti, per la sicurezza, si stanno rivelando gli interventi già fatti per ripulire il fiume e rafforzare gli argini : questo, i cittadini attenti e non prevenuti lo sanno, è merito della continua ed insistente azione del Sindaco presso Autorità di Bacino Regionale e Provincia che sono competenti ed hanno capacità decisionale sulla materia.

Riteniamo che in uno scenario catastrofico come quello del 5 marzo, che ha sconvolto le  Marche e pressoché tutto il territorio nazionale, i cittadini di Senigallia devono dare atto  al Sindaco, alla Protezione Civile, ai Volontari , alle forze dell’ordine che la situazione è stata affrontata con sicura adeguatezza e determinazione: di questo risultato va dato atto anche, e forse in primis, agli stessi cittadini  che danno piena collaborazione anche se seguire le indicazioni del piano d’emergenza , seppur in via precauzionale ( ma non è il caso del 5 marzo), può richiedere qualche fastidio: ma la salvaguardia della vita delle persone è sempre il primo obiettivo. 

C’è poi, come sempre, qualcuno che ha anche da ridire  sulla gestione di queste impegnative situazioni cariche di responsabilità e lo fa forse con leggerezza, o perché non sa o più spesso con presunzione:  la cosa amareggia chi magari non dorme per quarantott’ore di seguito (come il 5 marzo) per vigilare sulla sicurezza dei propri concittadini. Ma ce ne faremo una ragione. Noi vogliamo fare tutto il possibile per rendere Senigallia serena e sicura anche in queste malaugurate situazioni atmosferiche, come serena e sicura, nella nostra città, è stata la giornata del 5 marzo, e nulla era scontato.

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2015 alle 19:07 sul giornale del 07 marzo 2015 - 464 letture

In questo articolo si parla di politica, vivi senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agmU


Tarcisio Torreggiani

07 marzo, 10:24
IL 3 maggio 2014 ne è la dimostrazione!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!




logoEV