Basket: Goldengas-Cagliari, il coach Valli commenta il post partita

02/03/2015 - Il coach del Pallacanestro Senigallia, Alessandro Valli, commenta il recente match che ha visto vincitrice la sua squadra contro quella del Cagliari.

"Sicuramente una delle peggiori partite stagionali, la vittoria larga non deve ingannare, siamo stati molto sottotono. Giocare in un orario insolito e scomodo (alle 15 anziché al solito orario delle 18) e affrontare il fanalino di coda in formazione rimaneggiata, possono forse averci troppo rilassato, ma la realtà è che siamo stati molto prevedibili e lenti in attacco, poco concentrati e cattivi difensivamente e abbiamo perso troppi palloni banalmente (16 in totale, tanti per la squadra che perde meno palloni in tutto il girone C).

Da salvare c'è poco, la performance offensiva al tiro da tre di Fabio (7 su 11 dall'arco) va sicuramente rimarcata, ma oltre quella ricordo veramente poche altre cose positive, forse solo cinque o sei azioni difensive dove siamo stati dentro le nostre regole e abbiamo costretto Cagliari a brutti tiri e due infrazioni di 24 secondi. La pausa forse casca a pennello, ci ha permesso di lavorare con più intensità sugli aspetti tecnici che non stavano funzionando e ci ha stimolato al dovere, in vista della durissima trasferta a Roma, sponda EuroBasket, alla ripresa del campionato. Mancano ancora due vittorie per blindare il quarto posto, mentre per poter ambire ad una posizione migliore bisognerebbe vincere tutte e cinque le gare restanti, impresa veramente ardua, ma non ci tiriamo indietro,ci proveremo.

Vorrei sottolineare un altro aspetto di questa recente partita. I ragazzi durante la settimana si impegnano al massimo; io, Mirko e Ale Frezza, li torchiamo molto perché pretendiamo sempre grande ritmo e intensità, nostre principali peculiarità. I ragazzi stanno rispondendo alla grande, la stagione sta andando molto bene, tutti quanti dovremmo essere carichi e felici, invece ancora ci troviamo a giocare in atmosfere come quella che ha caratterizzato quest'ultimo match.

Nei primi 7-8 minuti di partita non è volata una mosca, il "solito Loris" ha dovuto ancora una volta svegliare il pubblico, l'atmosfera poi è ripiombata di nuovo nell'effetto "messa" quando Cagliari è tornata a -9 in un nostro momento di difficoltà, per poi ridestarsi per "invocare" l'ingresso di Cicconi Massi. Sicuramente con queste mie lamentele non passerò per simpatico agli occhi del pubblico, ma la realtà è che ai ragazzi dà fastidio questa atmosfera, loro avrebbero bisogno e desidererebbero un pubblico sempre caldo, soprattutto nei momenti di difficoltà, un pubblico entusiasta spingerebbe la squadra a dare ancora di più, a essere ancora più intensa.

Non è possibile vedere anche i giovani, i ragazzi delle giovanili, tutti zitti, seduti come se fossero al cinema. E' molto bella e valida l'iniziativa delle maglie bianche e rosse per i play off, ma è inutile pensare alle maglie se poi si sta tutti o quasi, seduti e zitti. In un' atmosfera come questa è difficile giocare e trovare stimoli. Se vogliamo il bene dei nostri ragazzi "sforziamoci " di fare il tifo per quaranta minuti!"
Ricordiamo che mercoledì 4 marzo è prevista un amichevole con il Rimini. Orario ore 18.00 al Palasport di Senigallia.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2015 alle 10:05 sul giornale del 03 marzo 2015 - 1398 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, senigallia, pallacanestro, A.S.D. Pallacanestro Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/af8q


Duro come sempre Valli, ma ha ragione, il 3° quarto e parte dell'ultimo sono stati inguardabili (il 3° lo era stato anche a P.S. Elpidio, casualità?), non ci fossero state le 7 bombe di Giampieriavremmo racimolato a malapena una cinquantina di punti contro l'ultima in classifica per giunta arrivata con solo 7 giocatori... quello che non capisco è perchè non si tira mai, si aspettano sempre gli ultimi 2 o 3 secondi prima della sirena col rischio poi di buttare palla alle ortiche... c...o tirate di più.. pare che nessuno si voglia prendere la responsabilità del tiro... il calendario delle ultime 5 partite è abbastanza favorevole, impossibile pare solo la trasferta a Montegranaro la penultima giornata (ho detto pare...), Montegranaro che tra l'altro ha il compito più difficile dovendo incontrare nelle ultime 5 giornate Rieti, Palestrina, Senigallia e Eurobasket. Per quanto riguarda il pubblico Valli Senigallia è così, difficile da scaldare, d'altronde domenica a Montegranaro con una squadra che va a mille c'erano a malapena 200 spettatori.. domenica forse mancava il tifo organizzato, e inoltre bisogna considerare il "torpore" del dopopranzo, forse giocare sabato sera sarebbe stato meglio..