Corinaldo: il Prefetto Cannizzaro ricevuto dal sindaco, “Complimenti a questa realtà amministrativa”

24/02/2015 - Il nuovo Prefetto di Ancona, Raffaele Cannizzaro, in carica dal 5 gennaio scorso ha fatto visita martedì mattina al Comune di Corinaldo.

Il Prefetto è stato accolto dal sindaco Matteo Principi, dagli assessori Rosanna Porfiri, Giorgia Fabri, Mauro Montesi e Vinicio Franceschetti, dal dirigente dell’Ufficio Cultura Paolo Pirani, dal segretario comunale Imelde Spaccialbelli, il parroco di Corinaldo don Giuseppe Bartera, gli esponenti delle forze dell’ordine (presenti il comandante della Polizia Locale Roberto Rossetti, il comandate della Stazione dei Carabinieri di Corinaldo Francesco Gagliardi e il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Senigallia Cleto Bucci).

“Stiamo portando avanti – ha sottolineato il primo cittadino Matteo Principi – una serie di progetti e piani di lavoro per concretizzare una serie di obiettivi che io e la Giunta che presiedo ci siamo prefissi. Per rendere possibile ciò sono necessarie alcuni tasselli. In primis, collaborazione tra Amministrazione comunale, forze dell’ordine e cittadini. Solo attraverso un simile percorso obbligato lo sviluppo del paese potrà essere considerato con autentica lungimiranza”.

Principi si è quindi sentito in dovere di esprimere un sentito ringraziamento anche nei confronti di quelle persone che si incaricano di lavori e responsabilità spesso non “visibili”.

“Riguardo alla quotidianità – è entrato ancor più nello specifico – voglio ringraziare tutti i nostri dipendenti che lavorano con noi e che tengono bene a mente i reali problemi del paese. È soprattutto grazie a loro che Corinaldo può permettersi di fregiarsi di un assetto organizzativo più che dignitoso”.

Per poter bene funzionare, ha aggiunto Principi, sono necessarie collaborazione e sinergia con la cittadinanza.

“Non posso che complimentarmi con questa realtà amministrativa – è stato, subito dopo, il commento del Prefetto Cannizzaro – soprattutto per quanto riguarda l’aspetto inerente alla collaborazione tra Amministrazione comunale, forze dell’ordine e i cittadini. Perché una condizione sine qua non per vivere all’insegna del benessere e della civiltà corrisponde alla sicurezza e al sentirsi tutelati. Inoltre, per far sì che le cose funzionino al meglio, è oltremodo necessario porsi al servizio della cittadinanza”.

Il pensiero di Cannizzaro, quindi, si è rivolto alla Giunta. “È un’ottima cosa – ha detto al riguardo – che l’età media degli amministratori non sia assolutamente elevata. Occorrerebbe imporre un cambio generazionale in ogni Amministrazione. Perché, è questo dovrebbe passare come legge, gli amministratori, in particolare in Comuni relativamente popolosi, devono amministrare, come sostiene il termine stesso, e non fare politica”.

Concetti semplici e lineari che l’assessore Montesi, a nome di tutti i presenti, ha affermato di apprezzare tantissimo. Concludendo con le seguenti parole: “Ci siamo messi al servizio dei cittadini e della Comunità. Vogliamo camminare e crescere insieme ai cittadini stessi”. La delegazione, quindi, ha concluso la mattinata facendo visitare al Prefetto gli uffici del Municipio e la mostra Bojani a Palazzo Brunori.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2015 alle 15:24 sul giornale del 25 febbraio 2015 - 791 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afQT