L'importanza della memorizzazione

23/02/2015 - Viviamo un periodo storico particolarmente complesso, caratterizzato da continui mutamenti e da un eccesso di informazioni da cui siamo investiti quotidianamente. Non a caso è definito era dell’informazione perché caratterizzato da una straordinaria facilità di accesso a qualsiasi tipo di informazione e questo è dovuto ai grandi progressi e alla larghissima diffusione delle nuove tecnologie: l’era dell’informazione è governata da internet.

Se per un verso questa facilità di accesso alle informazioni ha prodotto effetti positivi, favorendo lo sviluppo di nuove idee grazie al continuo scambio di dati, dal punto di vista professionale ha anche generato effetti deleteri. Assistiamo infatti ad un vertiginoso innalzamento della competitività e degli standard professionali. Sempre più imprenditori, manager e liberi professionisti faticano a stare al passo con regole nuove e in continuo mutamento, non riuscendo ad aggiornarsi in modo adeguato. Le persone trascorrono sempre più tempo al lavoro sottraendo del tempo a se stesse, ai propri interessi e alla propria famiglia. Il forte innalzamento della competitività ha prodotto un notevole incremento dei livelli di ansia e stress spingendo i lavoratori, di qualsiasi settore, a sentirsi sempre più sotto pressione. Tali mutamenti hanno investito anche il settore scolastico, dove gli studenti devono confrontarsi con programmi didattici sempre più dilatati e complessi. Secondo recenti statistiche riguardanti gli studenti universitari sono emersi dei dati allarmanti: il 50% si laurea fuori corso, solo il 30% riesce a laurearsi rispettando i tempi previsti dal piano di studi e addirittura il 20% smette di studiare.

A cosa sono dovute queste cifre? Perché sia il mondo del lavoro che il settore scolastico sono preda di tali difficoltà? Il motivo è semplice, l’era dell’informazione ci pone sfide che non sappiamo affrontare. A ognuno di noi viene chiesto di acquisire molte informazioni, in poco tempo e di ricordare i dati acquisiti a lungo termine, cioè per mesi, anni o tutta la vita. Dato che nelle scuole l’attenzione è totalmente rivolta alla comprensione e al trasferimento delle nozioni, i ragazzi sviluppano autonomamente strategie di studio disfunzionali. Gli errori più comuni commessi dagli studenti sono: fare il riassunto scritto dei materiali oggetto di studio, ripetere per ore i concetti per fissarli nella memoria e sottolineare intere pagine di testo e non punti chiave. Queste modalità operative sono totalmente controproducenti in quanto non consentono di accedere alle straordinarie potenzialità della mente. Tali errori entrano a far parte del proprio modus operandi, portando le persone a commettere i medesimi sbagli anche in ambito lavorativo. Se in passato la scarsa attenzione alle strategie di apprendimento poteva essere giustificata dal fatto che le moli di informazioni da acquisire erano contenute, oggi è impossibile prescindere dal potenziamento delle facoltà cognitive. Per affrontare con successo questa difficile fase di cambiamento, tanto nel settore scolastico quanto in ambito lavorativo, dobbiamo acquisire nuove ed avanzate competenze e abilità. Dobbiamo evolvere le nostre capacità cognitive attraverso strategie di apprendimento e memorizzazione che ci consentano di accedere in modo facile, rapido ed efficace a qualsiasi tipo di sapere.

Se sei interessato a conoscere più da vicino queste tecniche, t’invito all’evento gratuito “STRATEGIE DI MEMORIZZAZIONE” il giorno 28 febbraio alle ore 15.00. In questo incontro ti saranno presentate, in modo facile e coinvolgente, tecniche pratiche ed efficaci per potenziare le tue capacità cognitive. Iscrizione obbligatoria, fino ad esaurimento dei posti disponibili, al sito www.futurolavoro.net

Enrico Sanviti





Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 23-02-2015 alle 09:13 sul giornale del 24 febbraio 2015 - 7082 letture

In questo articolo si parla di lavoro, pubbliredazionale, cidi, futurolavoro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afMx

Leggi gli altri articoli della rubrica Sviluppo personale e Coaching





logoEV