Chiaravalle: insulti e lancio di ortaggi contro vigile. Arrestati padre e figlio domiciliati a TreCastelli

vigili urbani 20/02/2015 - Venerdì mattina i Carabinieri di Chiaravalle hanno arrestato padre e figlio, per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale e lesioni personali aggravate.

Il fatto è avvenuto al mercato di piazza delle Erbe in mattinata, quando i due hanno aggredito un vigile urbano durante dei controlli. 
Infatti il vigile stava sanzionando un Porter della Piaggio, che sostava senza il dovuto contrassegno, in un posto per disabili delimitato sia dalle strisce gialle sia da un cartellone apposito.

Vicino al veicolo, il proprietario, C.V di 22 anni, che era impegnato ad allestire il bancone ortofrutticolo nel quale lavora con il padre, C.G. 41 anni, durante il mercato settimanale. Il giovane, alla vista del vigile che scriveva il verbale, ha iniziato ad inveire contro di lui e neppure l'intervento del padre è riuscito a calmarlo. Infatti il giovane saliva sì sul mezzo per fare manovra e spostare il veicolo, ma nel farlo fingeva di investire il vigile. Poi parcheggiava poco distante e tornava ad insultare il vigile, anciandogli addosso degli ortaggi.

Alla vista del gesto molti passanti intervenivano a difesa del vigile, e chiamavano il 112. Una pattuglia dei Carabinieri di Chiaravalle, con tre militari a bordo, che si trovava nei paraggi del mercato, è subito intervenuta, trovando il giovane ancora agitato che insultava il vigile urbano. Alla vista dei Carabinieri, minacciava anche loro con una bilancia presa dal banco banco ortofrutticolo, brandendola come un’arma, poi è scappato.

I carabinieri lo hanno inseguito e bloccato in via XXV Aprile. Non sono mancati gli insulti anche per loro, con spintoni e minacce. Il padre del 22enne, che aveva sino a quel momento cercato di calmare il figlio, provava a farlo fuggire dalla presa dei carabinieri, sfociando in un gran parapiglia.

Ad avere la meglio i carabinieri, aiutati anche dal vigile aggredito e da un altro non in servizio che si trovava a passare di lì, che arrestavano entrambi. Ma non solo, il giovane foggiano aveva in tasca anche un grammo di marijuana.

L’Agente della Polizia Municipale è stato medicato presso il locale Pronto Soccorso e giudicato guaribile in pochi giorni per una ferita alla mano e delle abrasioni al viso. Solo qualche graffio per i carabinieri intervenuti.

C.V. e C.G., di origini foggiane ma domiciliati a Tre Castelli, si trovano ristretti nelle camere di sicurezza della caserma di Chiaravalle e verranno processati con rito direttissimo sabato mattina.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it




Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2015 alle 15:15 sul giornale del 21 febbraio 2015 - 2657 letture

In questo articolo si parla di cronaca, chiaravalle, vigili urbani, jesi, aggressione, vigile urbano, lesioni, oltraggio a pubblico ufficiale, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afGI


Follia dilagante.....

michelangelo de vecchis

20 febbraio, 19:23
un sentito grazie al vigile per aver dimostrato che qualcuno ancora resiste nella difesa della legalità.BRAVO!!!

Mauro Fiorini

21 febbraio, 19:38
Bene ha fatto e mi auguro che l'episodio sia l'inizio di questo tipo di intervento da parte dei vigili che a Chiaravalle sono, diciamolo,molto sporadici.
In via Verdi c'è un'altra situazione del genere.

vorrei esprimere tutta la mia sincera solidarietà e la mia autentica vicinanza all'Agente di Polizia Municipale del Comune di Chiaravalle che si è trovato a vivere questa triste esperienza, per motivi di servizio ! Vorrei esprimere anche solidarietà e gratitudine ai Carabinieri della Stazione di Chiaravalle, che sono prontamente intervenuti in difesa dell'Agente e soprattutto della legalità e della giustizia. Grazie !
Roberto Olivetti