La Amati sulle elezioni regionali: 'Quali alleanze per le nuove Marche'

silvana amati 17/02/2015 - Quella delle elezioni regionali di maggio sarà per le Marche una grande sfida, di cui il Partito Democratico non può che essere protagonista. Sappiamo che la scelta del futuro governo regionale dovrà fare i conti con un contesto economico e sociale profondamente diverso da quello in cui si sono svolte le precedenti tornate elettorali.

La crisi ha colpito duramente anche la nostra regione, quelli da cui veniamo sono stati anni di crisi aziendali senza precedenti e di posti di lavoro perduti. Nel momento in cui il Paese si avvia a ripartire, le Marche devono essere in grado di tenere il passo e il progetto che il Partito Democratico porta avanti è fatto sì di innovazione e di crescita, ma, al contempo, mette al centro la coesione sociale, i diritti e il sostegno alle nuove fragilità. Ciò prevede un salto di qualità che sappia tenere conto anche dei buoni risultati conseguiti negli ultimi anni.

Per poter affrontare questo nuovo compito è indispensabile per il Partito Democratico un quadro delle alleanze che, partendo dallo storico rapporto con il centro, sappia anche recuperare un confronto con la sinistra storica che già in passato è stata nelle Marche elemento di stabilità e di buon governo. Partendo da queste elementari considerazioni ci permettiamo di sollecitare tutti gli interlocutori all'apertura di un confronto costruttivo e plurale che consenta di usufruire delle esperienze di governo realizzate in diverse realtà locali della nostra Regione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2015 alle 21:11 sul giornale del 18 febbraio 2015 - 802 letture

In questo articolo si parla di silvana amati, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afxR


Luigi Alberto Weiss

18 febbraio, 08:52
Senatrice, intanto cominciamo a non mettere in lista chi ha fatto la cresta sui chilometri da rimborsare o chi a spese della Regione ha comperato i libri per i figli o è andato a pranzo per festeggiare il compleanno della figlia a spese di tutti noi. Poi le alleanze verranno se ci saranno i voti secondo programmi seri e non virtuali per le Marche.




logoEV