Marcolini a Senigallia con 200 operatori, 'Cultura e sostenibilità, idee vincenti'

14/02/2015 - Marcolini, doppia tappa tra Senigallia e Falconara. Prosegue il tour di ascolto del candidato alle Primarie del centrosinistra per la presidenza della Regione Marche con due incontri molto partecipati. Il primo, nel pomeriggio di venerdi, alla Rotonda a Mare di Senigallia con 200 personalità ed operatori per parlare di cultura, creatività e green economy, nuovi modelli di sviluppo urbano e turismo.

Una tavola rotonda che ha coinvolto, tra gli altri, Fabio Renzi, direttore della Fondazione Symbola, Gennaro Campanile, assessore alla sostenibilità del Comune di Senigallia, Luigino Quarchioni presidente di Legambiente, Carlo Pesaresi Presidente del Consorzio Marche Spettacolo, Giorgio Mangani editore e direttore del Sistema Museale della Provincia di Ancona, insieme a tanti intervenuti che hanno portato esperienze e contenuti giovani e originali cresciuti in questi anni nelle Marche.

“L’idea che ho cercato di rendere progetto e realtà in questi anni – ha detto Marcolini – quella che fa della cultura e della sostenibilità le leve su cui poggiare per l’innalzamento della capacità creativa e competitiva del tessuto culturale, ma anche di quello economico regionale, deve continuare a farsi strada. Ce lo dicono le ricerche più avvertite, come quella di Symbola-Unioncamere, perché da essa deriva anche la possibilità d’innovare i contenuti culturali e persino il nostro tessuto manifatturiero più tradizionale. L’altra grande attività su cui vogliamo puntare, quella turistica, ha bisogno proprio come la cultura della logica di rete: i flussi turistici di Senigallia arrivano anche grazie ad Ancona, all’arte di Urbino, al valore religioso di Loreto, alle grotte di Frasassi. Gli attori devono essere i nodi della rete, la Regione li deve connettere e promuoverli. Così facendo si possono raggiungere grandi risultati”.

Turismi, al plurale, e naturalmente fruizione e promozione da ampliare. “Negli ultimi anni abbiamo reso fruibili 250mila schede di beni culturali sul web. Non dobbiamo fermarci. Internet è l’oggi e il domani della promozione e della commercializzazione dei contenuti più vari dell’italian style” ha sottolineato Marcolini.

Salutata Senigallia, Marcolini si è recato a Falconara. Ad attenderlo nella sala dell’hotel Touring, numerosi cittadini. Il candidato è stato intervistato dalla giornalista Lucilla Niccolini sulle prospettive future per le Marche. Tra i temi toccati, ovviamente, anche la vicenda giudiziaria che sta mettendo in subbuglio la Regione Marche. “Ci sono posizioni serie che andrebbero punite con la massima fermezza – ha detto Marcolini – altre che paiono molto banali e che andrebbero chiarite prima di dare giudizi sommari. Una cosa è certa. Serve maggiore sobrietà. Vogliamo riconciliare le persone con la buona politica. In termini di trasparenza e accessibilità siamo dietro ad altre regioni d'Italia. Dobbiamo migliorare sotto questo aspetto”.

 


da Comitato Cittadino per “Marcolini Presidente”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2015 alle 16:50 sul giornale del 16 febbraio 2015 - 901 letture

In questo articolo si parla di falconara, politica, senigallia, pietro marcolini, Centrosinistra, primarie regionali, Comitato Cittadino per Marcolini Presidente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afpy


Luigi Alberto Weiss

16 febbraio, 08:29
Il carro di Marcolini già si affolla di cortigiani. Figuriamoci se dovesse vincere non solo le "primarie", ma addirittura le elezioni regionali...!




logoEV