Furto da Gaia Bazar: ladre tentato di investire il titolare e lo insultano

Furto da Gaia Bazar 16/02/2015 - Rubano all’interno di Gaia Bazar poi, vistosi scoperte, tentano di investire il suocero della titolare che le insegue e lo insultano. È quanto accaduto sabato mattina in via Capanna.

Erano circa le 9:30 quando due signore, una mora con i capelli a caschetto ed una bionda con i capelli lunghi, più alta, sono entrate nel negozio di articoli usati per bambini e, fingendosi interessate ad acquistare la merce che si trova in una seconda stanza rispetto a quella dove si trova la cassa, hanno cercato di distrarre l’uomo.

Così, mentre il suocero della titolare, solo in negozio in quel momento, ha preso una scala per mostrare alcuni articoli ad una delle due finte clienti, la seconda donna, rimasta nell’altra stanza (dove si trova la cassa), ha rovistato nelle tasche del giaccone dell’uomo, nei cassetti e nella cassa.

Una volta prelevato l’incasso dei giorni scorsi la donna ha raggiunto la complice e, con una scusa, sono uscite velocemente dal negozio. L’atteggiamento ha insospettito il negoziante che ha immediatamente controllato la cassa. Accortosi quindi del furto, ha rincorso le due donne che, nel tentativo di darsi alla fuga, hanno tentato di investirlo con l’auto e lo hanno insultato.

L’accaduto, ripreso dalle telecamere di videosorveglianza del negozio (foto) e denunciato ai carabinieri (che hanno visionato il filmato), è stato reso pubblico dalla titolare stessa sulla pagina facebook dell’attività, dove ha postato anche il video.







Questo è un articolo pubblicato il 16-02-2015 alle 01:21 sul giornale del 16 febbraio 2015 - 1515 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, senigallia, furto, Sudani Alice Scarpini, Gaia Bazar, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afrM