Monachesi sui danni del maltempo in spiaggia: 'Serve lo stato di emergenza'

enzo monachesi 13/02/2015 - Mentre il comune è al lavoro per completare i lavori di pulizia dell'arenile dai detriti spiaggiati dalla mareggiata della scorsa settimana, gli operatori turistici e balneari sono alle prese con la conta dei danni.

La preoccupazione degli operatori di spiaggia riguarda l'erosione. La spiaggia inghiottita dal mare rappresenta una seria minaccia alla salvaguardia del litorale. “Siamo preoccupati per il lavoro di ripristino in più, rispetto al normale, di cui ci sarà bisogno per i ripascimenti -osserva il presidente del Sib Confcommercio Enzo Monachesi- Speriamo vivamente nel riconoscimento dello stato di emergenza perchè è inutile illuderci, con i fondi a bilancio non si possono fare magie e il Comune non può sostenere i costi stroardinari per il ripristino della spiaggia a seguito di questi eventi eccezionali”.

Sul fronte della pulizia invece la mareggiata ha avuto conseguenze tenute sotto controllo. "Fortunatamente questo Comune ha un appalto per la pulizia della spiaggia che comprende anche la rimozione per lo spiaggiamento di detriti e rifiuti -aggiunge Monachesi- i due problemi principali sono la spiaggia erosa e i danni subiti dagli operatori per cui è ancor ain corso la ricognizione dei danni, che pure è una stima non sempre facile e lineare".





Questo è un articolo pubblicato il 13-02-2015 alle 22:14 sul giornale del 14 febbraio 2015 - 648 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, enzo monachesi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afmy





logoEV