Interventi sul Misa: il Consorzio di Bonifica incontra il sindaco Mangialardi

12/02/2015 - Lavori in corso nel bacino del Misa: l’amministratore del Consorzio di Bonifica, l'avvocato Claudio Netti , ha incontrato il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi per fare il punto sulle attività che il Consorzio ha attualmente in corso di svolgimento lungo l'asta fluviale del Misa e dei suoi affluenti.

Sono ben 11 le segnalazioni che il Consorzio ha ricevuto in questi ultimi tempi, e in alcuni casi i lavori sono già stati assegnati, mentre in altri sono in corso i sopralluoghi dei tecnici. L’occasione è stata utile per illustrare al sindaco Mangialardi, anche nella sua qualità di Presidente dell’ANCI regionale, il funzionamento del call center che il Consorzio di Bonifica ha recentemente attivato per raccogliere le segnalazioni delle criticità dei fossi e degli altri corsi d’acqua.

"Ho colto l'occasione per ribadire – afferma l’amministratore del Consorzio Netti - che la difesa del suolo passa attraverso l'affermazione di due principi: il ruolo attivo degli agricoltori quale presidio sul territorio, e la crescita della sensibilità e della informazione generale sul tema". "La collaborazione tra il Consorzio di Bonifica e il sindaco di Senigallia in realtà ha radici profonde - puntualizza Netti - e nasce dai tempi di formazione della legge che ha istituito il Consorzio unico, e che si è avvalsa di quei colloqui per meglio precisare il ruolo ed il significato della presenza dei Comuni negli organi di rappresentanza del Consorzio di Bonifica. Oggi ci mettiamo al servizio di un territorio che ha conosciuto drammaticamente l’esito del dissesto idrogeologico".

Soddisfatto per le modalità di svolgimento dei lavori in corso il sindaco Mangialardi che ha precisato: "Bisogna superare il concetto della riparazione del danno ed avviarsi speditamente verso soluzioni di prevenzione come il Comune di Senigallia sta facendo per esempio rivedendo lo stesso piano regolatore della città con il principio dello sviluppo zero dell'edificato. Ma ancora di più bisogna accelerare la realizzazione delle opere di mitigazione del rischio di esondazione e su questo sarà aperto un confronto con il Consorzio di Bonifica".


da Consorzio di Bonifica delle Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2015 alle 15:02 sul giornale del 13 febbraio 2015 - 863 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, Consorzio di Bonifica delle Marche, bonifica fiumi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afi1