Armato di coltello rapina un maceratese in treno, marocchino sottoposto a fermo di polizia

11/02/2015 - Nel tardo pomeriggio di lunedì gli uomini del Commissariato di P.S. di Senigallia, diretti dal vice questore aggiunto Agostino Maurizio Licari, hanno sottoposto a fermo di polizia un marocchino che poco prima si era reso responsabile di una rapina a danno di un giovane maceratese che viaggiava lungo la tratta ferroviaria Fano-Senigallia.

In prossimità della stazione senigalliese, infatti, il giovane maceratese è stato avvicinato da un uomo dai tratti nordafricani che, sedendosi al suo fianco, gli ha chiesto di poter fare una telefonata con il suo telefonino. Al suo rifiuto l'uomo ha estratto un coltello, che teneva nascosto sotto i pantaloni all'interno di un calzino, ed impugnandolo con fare minaccioso gli ha intimato di dargli il telefono cellulare ed i soldi in suo possesso.

Una volta ottenuti dal giovane, vistosamente intimorito, il telefonino ed il portafogli il rapinatore si è alzato ed è sceso dal treno. Così la vittima si è affacciata dal finestrino del treno per cercare qualcuno cui chiedere aiuto ma senza riuscirvi poiché il treno, nel frattempo, è ripartito.

Giunto ad Ancona, il maceratese è andato subito negli uffici della Polizia Ferroviaria per denunciare l’accaduto. Nello stesso frangente una pattuglia della Squadra Volante del Commissariato di Senigallia, in transito nell'area della stazione per un servizio di perlustrazione, insospettita dai movimenti dell’uomo, ha deciso di sottoporlo ad un controllo.

In Commissariato, dove è stata fatta intervenire anche un'ambulanza in quanto l’uomo presentava dei malesseri, è contemporaneamente arrivata la segnalazione della denuncia appena sporta dalla vittima.

Pertanto, operando congiuntamente al personale della Polizia Ferroviaria di Ancona, gli uomini del Commissariato hanno identificato l’uomo (D.N., 28enne marocchino) ed approfondito le verifiche poiché è risultato avere molte generalità, che ha lasciato nei vari uffici di polizia da cui era stato sottoposto a controllo, e molti precedenti per reati (furti, rapine, reati contro la persona, porto d'armi illegale, nonché irregolare sul territorio dello Stato) commessi nel corso degli anni soprattutto nel centro-nord Italia.

Al termine delle verifiche, avendo ricostruito l’episodio ed accertato che il 28enne marocchino presente in Commissariato era l’autore della rapina appena denunciata dal maceratese, gli agenti hanno sottoposto l’uomo a fermo di polizia giudiziaria e lo hanno accompagnato nel carcere di Montacuto.





Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2015 alle 17:49 sul giornale del 12 febbraio 2015 - 2677 letture

In questo articolo si parla di cronaca, rapina, senigallia, maceratese, commissariato, Sudani Alice Scarpini, polizia di senigallia, articolo e piace a eneabartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afgO





logoEV