Orti del Vescovo: pronta la riqualificazione di piazza Garibaldi

parcheggio in piazza Garibaldi 10/02/2015 - Al via il primo tassello della riqualificazione degli Orti del Vescovo. Il vasto comparto compreso tra via delle Caserme, viale Cavallotti e il primo tratto dei Portici Ercolani è pronto per il restyling che porterà alla realizzazione, oltre che di negozi, soprattutto di appartamenti che saranno destinati ad edilizia residenziale pubblica.

E i lavori partono dalla componente pubblica con piazza Garibaldi e viale Cavallotti. La proprietà infatti, che fa capo alla Diocesi, alla Fondazione Città di Senigallia (ex Irab) e all'istituto diocesano, si è aggiudicata un finanziamento regionale da 3,5 milioni di euro nell'ambito del progetto denominato Piperru, per il recupero di edifici da destinare, per almeno 25 anni, ad edilizia residenziale pubblica. Un maxi cantiere che, secondo le condizioni poste dal bando stesso, avrebbe dovuto iniziare entro il 31 dicembre 2014, pena la perdita del contributo regionale. In extremisa, qualche giorno di prima di Capodanno, i tre soggetti privati proprietari del comparto avevano deliberato, ciascuno al suo interno, per il via libera ai lavori. Una tempistica che tuttavia richiede tempi tecnici più lunghi di qualche settimana.

E così, per non rischiare di incappare nella perdita del finanziamento, il Comune ha “salvato” l'accordo sottoscritto con la proprietà decidendo di partire, intanto, con i lavori di viale Cavallotti e piazza Garibaldi. Un intervento previsto come conseguenza degli oneri di urbanizzazione contenuti nel pregetto di restyling degli Orti del Vescovo. Lo stesso Piperru impone il coinvolgimento del Comune che, oltre a beneficiare di 750 mila euro di oneri di urbanizzazione, ha il compito di appaltare le opere pubbliche in senso stretto e di nominare la terna per il collaudo finale. Per piazza Garibaldi e viale Garibaldi è previsto un intervento di ristrutturazione che darà nuovo respiro alla piazza, con una rigorganizzazione della sosta che, assicura il sindaco Maurizio Mangialardi, “non subirà alcuna modifica in quanto a posti auto in quanto la sosta sarà solo meglio organizzata attorno alla piazza”.

Proprio in questi giorni il comune ha provveduto alla nomina del responsabile unico del procedimento e dei lavori di risanamento conservativo di piazza Garibaldi e delle vie limitrofe nella persona del dirigente comunale ai lavori pubblici Gianni Roccato. Per l'intervento è stato nominato anche un gruppo interdisciplinare per la pianificazione urbanistica e delle opere pubbliche composto dall'architetto del Comune Stefano Ciacci, responsabile dell'ufficio sviluppo urbano sostenibile, e dall'ingegnere Fabrizio Formentini, responsabile dell'Ufficio Progettazione, insieme ai collaboratori Daniela Giuliani, Claudio Giacchini, Porzia Maranci, Giovanni Fraboni e Stefano Leopizzi. L'incarico della progettazione architettonica della riqualificazione di piazza Garibaldi, viale Cavallotti e vie limitrofe è stata affidata al prof. Fabio Mariano, ordinario di restauro all'Università politecnica delle Marche per un corrispettivo di 20 mila euro per la prima fase del progetto e di altri 10 mila euro per la seconda fase del progetto.





Questo è un articolo pubblicato il 10-02-2015 alle 23:45 sul giornale del 11 febbraio 2015 - 3066 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, orti del vescovo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afcM


Gli alberi in piazza del Duomo che fine faranno? Grazie.
Leonardo Maria Conti

Luigi Alberto Weiss

11 febbraio, 18:17
Suvvia, signori, poche storie: è cemento... benedetto!

Tarcisio Torreggiani

12 febbraio, 10:14
Prende il via la più grande speculazione edilizia degli ultimi anni a Senigallia!

Altra piazza da demolire in futuro per riportarla come è sempre stata storicamente.