Corinaldo: Vivi Corinaldo, solidarietà all'Arma di Ostra Vetere

vivi corinaldo logo 10/02/2015 - Il Direttivo del gruppo civico Vivicorinaldo e i consiglieri comunali, Cesare Morganti, già Vicesindaco di Corinaldo, Daniele Aucone e Laura Bucci esprimono, per i recenti accadimentidi Ostra Vetere, piena e totale solidarietà all’Arma dei Carabinieri e in particolare ai componenti della locale Stazione coinvolti nell’accaduto.

Quanto successo ci deve far riflettere sulla sicurezza dei nostri paesi e delle nostre abitazioni, ma non possiamo e non vogliamo abbandonare a se stessi e dimenticare quanti nel silenzio compiono quotidianamente il proprio dovere a rischio della propria vita.

Tutta la nostra stima va a queste persone, a tutte le forze di polizia che ancora ci garantiscono un accettabile livello di serenità quanto a sicurezza pubblica, confidando nell'operato della magistratura ci auguriamo che ai militi possa essere assegnato un encomio.

Il Gruppo dirigente della Lista Civica Vivicorinaldo
Cesare Morganti, Consigliere Comunale Capogruppo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2015 alle 09:40 sul giornale del 11 febbraio 2015 - 1634 letture

In questo articolo si parla di attualità, corinaldo, vivi corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afa4


Ma a voi, quando fate tutti i giorni il vostro lavoro, vi ringrazia qualcuno?
3,5 morti sul lavoro ogni giorno in Italia, operai, impiegati, braccianti, funzionari pubblici, tutte queste persone che ogni giorno fanno il loro lavoro, così come lo fanno le forze dell'ordine, qualcuno li ringrazia pubblicamente?
Basta con questa inutile polemica politica, tutti siamo grati a chiunque faccia il proprio lavoro con passione e onestà, che sia un carabiniere o che sia un manovale e tutti sappiamo quanto sia importante il lavoro che le forze dell'ordine compiono ogni giorno per vigilare sul territorio.
La politica deve farsela finita di strumentalizzare questi fatti, perché in realtà alla politica solo quello interessa, spostare l'attenzione dal fatto accaduto verso ben più squallidi e inutili interessi personali.