Calcio: week end avaro di risultati positivi per il Senigallia calcio

10/02/2015 - La prima squadra, ritorna da Pesaro con un solo punto in tasca. La juniores, incoccia in un arbitro che non ne azzecca una, e ne prende 4, in un campo da calciotto sintetico, ridotto ad un ammasso di fango.

Gli allievi, tengono alto l’onore del Senigallia Calcio, battendo il Marina Monte. I giovanissimi, perdono quest’anno per la prima volta, gli allievi cadetti, causa malattie ed infortuni, non arrivano nemmeno a 10 e rinunciano ad andare a giocare in trasferta, i giovanissimi cadetti pareggiano per 1 a 1 col Dorica Torrette.

Dopo due turni nettamente positivi, ottimismo in frenata per la Società presieduta da Gasparini Paolo. La prima squadra, conquista solo un punto nella trasferta contro l’Usav Pesaro  e vede allontanarsi di altri 2 punti, la zona play off. A questo punto, occorrrebbe un deciso cambio di passo, in quanto se non si realizzasse un bel filotto di vittorie, occorrerebbe rimandare al prossimo anno, i sogni di gloria.
Alla  prima squadra, guidata da Mister Diambra, non riesce l’impresa di tornare dalla trasferta pesarese con i 3 punti.  Costretta anche stavolta, a fare a meno di numerosi titolari, subisce nel primo tempo, la supremazia della squadra avversaria che gioca un discreto calcio e che si trova in piena zona play off.  Da una indecisione di Alessandrini e Profenna, nasce il primo goal dell’Arzilla intorno al 20’ del primo tempo e l’1 a 0 è il risultato che sancisce la prima parte della contesa.

Nella ripresa, il Senigallia Calcio trova una reazione d’orgoglio e con Liso, su una ficcante azione di contropiede, trova la rete del pareggio. Un solo punto, che comunque fa morale e ci permette ancora di sperare in un positivo rush finale.  Ottima prova, come sempre, del 97 Viali e soprattutto del 96 Davide Vernelli (nella foto) che è anche il capitano della juniores. Risultato finale: A.D.Pol.Arzilla 1 – Senigallia Calcio 1. Arbitraggio che non influisce nel risultato e quindi buono.
Formazione dell’Arzilla: 1) Girelli, 2) Ugoccioni M., 3) Lisi, 4) Lorenzetti, 5) Villabianca, 6) Dionigi, 7) Tiberi, (Cap) 8) Orazietti, T. 9) Gasparini, 10) Orazietti A., 11) Ugoccioni E., 12) Generali, 13) Dini, 14) Petrini, 15) Montesi, 16) Diotalevi, 17) Nespeca, 18) Pascucci- Allenatore Ferri Roberto. Formazione del Senigallia Calcio: 1) Profenna, 2) Alessandrini, 3) Durazzi, 4) Viali, 5) Vernelli, 6) Moschini, 7) Curzi, 8) Mariotti, 9) Sinacori, 10) Siena, 11) Grossi (Cap), 12) Angeletti, 13) Marconi, 14) Barberini, 15) Paolini, 16) Liso. Allenatore Diambra Carlo Maria.

La formazione juniores, dopo alcune belle prestazioni, incappa in una serie di episodi sfortunati in quanto subisce una rete in fuorigioco, una serie di punizioni inventate di sana pianta ed un rigore contro, veramente comico della serie “tutti giù per terra”! Il portiere Angeloni,  esce di piede e prende nettamente la palla. L’avversario in corsa, passa ad almeno mezzo metro dal nostro numero 1  e si accascia nemmeno fosse colpito da una spingardata. Interpellato dal direttore di gara, Gianluca Dichiara di non ingerire aglio da alemeno 15 giorni! L’arbitro abbocca come un pivello e tra lo stupore generale, decreta la massima punizione in favore dei pesaresi e ammonisce il Buffon di Trecastelli. Ci si ritrova in un attimo sotto di 3 goal e la frittata è fatta! 

Una espulsione ingiusta decretata contro i pesaresi, tanto per ravvivare un po’ la domenica, non riequilibra una direzione veramente disastrosa. Ci dispiace scrivere questo, perché per la maggior parte degli arbitri sono dei ragazzi e spesso alle prime armi, ma le 30 persone accorse da Senigallia a Pesaro per assistere ad una partita di calcio, si sono trovati a trascorrere un pomeriggio veramente inusuale condito da un mix di arrabbiature e risate! Mettiamoci pure una certa dose di furbizia e disonestà da parte dei giocatori, ma certe decisioni o sono premeditate, oppure occorre che la Lega pesarese preveda un urgente corso di aggiornamento per i suoi arbitri! Nel secondo tempo, si registra il goal della bandiera dei senigalliesi su calcio di rigore calciato da Maggio ed il quarto goal dei pesaresi che chiudono quindi l’incontro col risultato di 4 a 1.
Formazione del Senigallia Calcio: 1) Angeloni, 2) Solazzi, 3) Barcucca, 4) Vernelli (Cap), 5) Bocchini, 6) Guercio, 7) Curzi,  8) Rossi Magi, 9) Cumanay, 10) Maggio, 11) Scartozzi, 12) Caprì, 13) D’Aniello, 14) Danish, 15) Renna. Allenatore Antonio Rota
Formazione dell’Usav Pesaro. 1) Giorgi, 2) Gaudenzi, 3) Azzolini (Cap), 4) Paterniani, 5) Megani, 6) Boccioletti, 7) Dini, 8) Baldini, 9) Tamburini, 10) Giommi, 11) Pergamo, 12) Lucertini, 13) Martino, 14) Canducci, 15) Pascucci, 16) Cesarini, 17) Brancadori, 18) Kaddoudi. Allenatore Morganti Giacomo.

Gli allievi di mister Piccini, vengono a capo con fatica di una partita contro un avversario ostico, corretto, ma difficile da domare. Tra infortunati, debiitati e giocatori non al meglio in quanto rientranti dopo la sindrome influenzale, il mister non può schierare la formazione tipo, con la novità di Francoletti sulla fascia e Giugia e Bedetti a menare la danza in mezzo al campo. L’evanescenza di Fallou, le difficoltà di Francoletti nel ruolo non proprio suo, (ma Pierandi era debilitato) con in difesa Terrone, anche lui non proprio al meglio, la partita poteva nascondere delle insidie. Infatti da una azione sulla fascia destra della difesa senigalliese, il capitano del Marinamonte, Sabbatini lascia partire un cross teso che sembra facile preda di Terrone o di Piaggesi. Mia, tua, la palla, sfiorata da Terrone, inganna Piaggesi e lemme lemme scivola in rete tra lo stupore generale. Ma dopo neanche un minuto, il Senigallia pareggia. Il bomberino Breccia, raccoglie una palla vagante appena dentro l’area e spara a botta sicura, rimettendo subito le cose a posto. Lo stesso Breccia raddoppia, con una spettacolare punizione a giro, resa ancor più difficile per la barriera posta dal folcloristico ed incerto arbitro di colore, a non più di 6 metri dal pallone. Doppietta per Breccia, che ormai viaggia quasi in doppia cifra  che con Giommi (salito a 17 reti),  forma una delle coppie goal più prolifiche della categoria. La partita, si trascina avanti senza occasioni clamorose, poi su una azione a nostro avviso, viziata da evidente fuorigioco, con l’arbitro perennemente lontano dai fatti, il Marinamonte con un pallonetto, trova un insperato pareggio.

Piccini allora le prova tutte, inserendo prima Mamadou al posto di uno spento Fallou, poi Irfan e Servizi nel tentativo di vivacizzare un po’ l’attacco. Sostituzione invece obbligata, per il nostro stoico capitano Angeletti il quale, da una caduta susseguente ad uno stacco aereo dei suoi, rimedia una distorsione, speriamo di poco conto. Le mosse operate,  danno i frutti sperati con occasioni in serie che non si traducono in rete, per pochissimo. Da una azione invece, che sembra non dare sbocchi, il portiere del Marinamonte rinvia addosso ad un compagno. La palla dopo la carambola fra i 2 , arriva a Giommi che stenta a crederci e per lui, abituato a goal molto più difficili, è proprio un gioco da ragazzi, mettere il pallone in fondo al sacco per il vantaggio senigalliese. Sembra fatta, ma su un tiro dal limite dell’area della punta del Marinamonte, ci vuole un grande intervento di Piaggesi per evitare un pareggio che avrebbe premiato eccessivamente i ragazzi di Mister Fabbretti.

Al triplice fischio finale dello svogliato arbitro, i 2 allenatori si danno sportivamente la mano, chiudendo così le polemiche per alcuni screzi avvenuti nei precedenti incontri fra le 2 squadre. I Migliori a nostro avviso: Giugia, Bedetti e Breccia per il Senigallia Calcio, Sabbatini, Costa e Brunori per il Marinamonte.
Risultato finale: Senigallia Calcio 3 – Marinamonte 2.
Formazione del Senigallia Calcio: 1) Piaggesi, 2) Angeletti, 3) Bigelli, 4) Giugia, 5) Terrone, 6) Angeloni, 7) Francoletti, 8) Breccia, 9) Fallou, 10) Bedetti, 11) Giommi, 13) Magnini, 14) Biagetti, 15) Santoni, 16) Mamadou, 17) Irfan, 18) Servizi, 0) Pierandi.
Formazione del Marinamonte: 1) Ghala, 2) Ripanti, 3) Bologna, 4) Fabretti, 5) Moscatelli, 6) Badiali, 7) Sabbatini (Cap), 8) Tofani, 9) Costa, 10) Brunori, 11) Lo Grieco, 13) Sordoni, 14) Baldelli, 15) Giorgetti, 16) Topputi, 17) Ben Messaoud. Allenatore Fabretti Maurizio.

I giovanissimi di Mister Mercaldo, registrano una battuta d’arresto e perdono l’occasione per portarsi al comando del girone. Di fronte ad una squadra tosta come il Dorica Torrette, il Senigallia Calcio parte bene e si porta in vantaggio col solito Ogunnowo, ma poi subisce la rimonta degli avversari, che ribaltano il punteggio e chiudono l’incontro per 3 reti ad 1.
Formazione del Senigallia Calcio: 1) Cinti, 2) Rigamonti, 3) Gambaccini, 4) Giampieri, 5) Antonioiu, 6) Corbisiero, 7) Liuti, 8) Bottegoni, 9) D’Adderio, 10) Giovannini (Cap), 11) Ogunnowo, 13) Marzi, 14) Bolognesi, 15) Orianda, 16) Giovanditto, 17) Agri, 18) Perugini. Allenatore Marco Mercaldo.
Formazione del Dorica Torrette 1) Agapanti, 2) Rossetti, 3) Giommi, 4) Pastori, 5) Manzotti, 6) Ursini, (Cap) 7) Vitaloni, 8) Vivenzio, 9) Finaurini, 10) Prosperi, 11) Baglieri. Allenatore Falcetta Franco.
Mentre i giovanissimi cadetti, pareggiano per 1 a 1 al Bianchelli con i pari età del Marinamonte, gli esordienti risposano e si preparano a disputare la fase finale a 4 del Torneo Bernacchia di Osimo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2015 alle 23:07 sul giornale del 11 febbraio 2015 - 735 letture

In questo articolo si parla di sport, senigallia, calcio, senigallia calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afen