Due secoli in bianco e nero con il pianista Maurizio Baglini

Pianoforte 05/02/2015 - Il pianista pisano presenterà domenica 8 febbraio alla Rotonda a Mare il capolavoro di Mussorgsky ispirato alle opere dell'artista Viktor Hartmann.

Sono quasi infiniti i colori del "bianco e nero", cioè gli atteggiamenti musicali che una tastiera può regalarci e che ritroviamo protagonisti nel nuovo appuntamento della Stagione Concertistica di Senigallia curata da Federico Mondelci e realizzata in collaborazione con il Comune, l'AMAT e l'Ente Concerti di Pesaro.

Previsto domenica 8 febbraio alla Rotonda a Mare, ore 17, il concerto spazia dall'assoluta brillantezza del barocco di Scarlatti fino a Brahms che da un tema settecentesco trae variazioni, in ciascuna delle quali scopre del pianoforte possibilità fino a quel momento insospettabili. Il programma chiude poi con un cambio di rotta repentino: con un pianoforte-percussione Mussorgsky torna infatti sulla terra e dipinge per noi con le note quadri sonori di inarrivabile originalità.

Curiosità e ricerca, desiderio di comunicare e bravura fanno di Maurizio Baglini uno dei più apprezzati musicisti del panorama internazionale. Il programma di questo appuntamento è solo un esempio della vastità e dell'originalità del suo repertorio che spazia dal Rinascimento alla musica contemporanea e che spesso viene proposto con gli strumenti originali e, oltre che nei luoghi deputati alla musica, anche in contesti particolari e multimediali (come il Musée d'Orsay a Parigi), attraverso una rilettura "culturale" che guarda con grande attenzione all'ascoltatore di oggi.

Dopo essere stata orchestrata da compositori come Ravel e Rimsky-Korsakov, interpretata da giganti della tastiera come Sviatoslav Richter o Vladimir Horowitz, e rielaborata in chiave progressive rock da Emerson, Lake & Palmer, la suite di Modest Mussorgsky torna protagonista quindi del nuovo lavoro discografico del pianista pisano che presenterà a Senigallia il capolavoro pianistico dell'Ottocento russo, ispirato ad alcune opere dell'architetto-artista Viktor Hartmann, caratterizzato da atmosfere indimenticabili come Il vecchio castello, Bydlo o La grande porta di Kiev, la capitale dell'Ucraina tristemente al centro oggi dell'attenzione pubblica mondiale.

È possibile acquistare i biglietti del concerto presso il botteghino del Teatro La Fenice, aperto venerdì e sabato dalle 17 alle 20, mentre la biglietteria della Rotonda a Mare sarà aperta il giorno del concerto a partire dalle ore 15. I Biglietti sono disponibili anche sul circuito viva ticket e nelle biglietterie Amat. Info e prenotazioni: 335/1776042 - info@fenicesenigallia.it.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2015 alle 14:55 sul giornale del 06 febbraio 2015 - 822 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, senigallia, spettacoli, pianoforte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeYe





logoEV