Sabina Sartini aderisce a Vivi Senigallia: “Trasparente ed efficiente politica. Al centro la comunità”

Sabina Sartini 04/02/2015 - Sartini Sabina, nata a Milano il 06/02/1971 e residente dal 2002 a Senigallia, ha scelto di impegnarsi in lista civica Vivi Senigallia per Mangialardi sindaco.

Laureata in Giurisprudenza nel 1996 ha poi esercitato la professione nel territorio di Senigallia, prima collaborando con studi legali e poi individualmente fino a costituire dal 2012 con altri avvocati un’associazione professionale per poter esercitare nel proprio ambito di competenza. Negli anni ha acquisito una specializzazione in diritto di famiglia e minori con particolare riguardo anche alle tutele e curatele, partecipando a seminari di approfondimento e tenendo corsi di formazione soprattutto in relazione all’amministrazione di sostegno.

Impegnata da sempre nel sociale, è stata socia fondatrice ed è ancora ad oggi Presidente dell’associazione di volontariato “Dalla Parte delle Donne”, costituita a Senigallia nel 2002 insieme ad altre professioniste psicologhe e avvocate che si sono impegnate ad accogliere e tutelare le donne vittime di violenza.

E’ referente dell’associazione anche all’interno della Consulta del Volontariato, di cui è stata tra l’altro Presidente fino al 2006 e fino ad oggi componente  del Consiglio Direttivo. In questi anni ha contribuito a promuovere iniziative, percorsi ed eventi rivolti alla cittadinanza al fine di sensibilizzare la società ai temi cari al volontariato, quali, disabilità, minori, stranieri, anziani e soprattutto in relazione all’obiettivo specifico dell’associazione “Dalla Parte delle Donne”: sviluppare una cultura di rispetto della donna.

Nel 2006 è stata nominata Difensore Civico del Comune di Senigallia e per circa 4 anni ha svolto questo ruolo con professionalità, imparzialità e rispetto del cittadino e degli organi amministrativi, con i quali  ha mantenuto una leale e proficua collaborazione, con l’obiettivo di risolvere le questioni e problematiche presentate dal singolo cittadino o da gruppi, comitati e associazioni.

In quegli anni ha partecipato attivamente anche alle riunioni organizzate dal Difensore Civico Provinciale, al fine di maturare uno spirito collaborativo e una posizione di terzietà  e imparzialità per svolgere in maniera proficua il ruolo di Difensore Civico Comunale. Un ruolo che le ha permesso di conoscere da vicino l’amministrazione, tra cui l’allora assessore all’urbanistica e lavori pubblici Maurizio Mangialardi, col quale ha condiviso numerosi aspetti della gestione della cosa pubblica, con l’obiettivo di  trovare una soluzione ai problemi dei cittadini.

“Proprio nel 2006 conoscendo l’attuale Sindaco Mangialardi – ha dichiarato Sabina Sartini – ho preso contezza della sua vicinanza e dedizione a cercare di trovare una soluzione ai problemi della cittadinanza e ho garantito il mio impegno e il mio contributo, nel rispetto del mio ruolo e delle problematiche che mi venivano poste”

“Quando mi è stato chiesto di far parte della lista civica Vivi Senigallia per sostenere Maurizio Mangialardi Sindaco alle prossime elezioni amministrative, ho aderito perché ritengo che avere avuto per anni la conoscenza dei problemi dei cittadini e dei loro bisogni possono essere sicuramente di aiuto per una buona, trasparente ed efficiente politica che metta al centro la comunità”

“Credo fortemente che l’azione politica debba iniziare dalla partecipazione dei cittadini, dal confronto con tutte le categorie e associazioni, affinché le scelte politiche vengano condivise dall’intera comunità e da tutti i soggetti – istituzionali, economici, sociali – che contribuiscono alla gestione del bene comune”.

Con Sabina Sartini si va completando la lista civica Vivi Senigallia per Mangialardi sindaco, fatta di esperienze, competenze e professionalità al servizio del bene dei cittadini.
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-02-2015 alle 13:22 sul giornale del 05 febbraio 2015 - 2552 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, sabina sartini, vivi senigallia, Amministrative 2015

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeUE


N.H.m.u.

04 febbraio, 23:28
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Cioè, fatemi capire. Il difensore civico terzo e imparziale (ancorché nominato, di fatto, dalla maggioranza in carica) viene folgorato dal carisma del sindaco (allora assessore) e quindi decide di candidarsi per sostenerlo.

Non c'è un po' in conflitto di interessi?

Era così indispensabile per l'ex difensore civico scendere in campo e candidarsi?
Perché è vero che la legge glie lo consente, però insomma, ce n'era proprio bisogno?
Perché poi i cittadini alla terzietà del difensore civico (che dovrebbe difenderli anche dai sindaci e dagli assessori) crederanno meno.

Sergio Fraboni

05 febbraio, 12:54
"Nel 2006 è stata nominata Difensore Civico del Comune di Senigallia e per circa 4 anni ha svolto questo ruolo con professionalità, imparzialità e rispetto del cittadino e degli organi amministrativi, con i quali ha mantenuto una leale e proficua collaborazione, con l’obiettivo di risolvere le questioni e problematiche presentate dal singolo cittadino o da gruppi, comitati e associazioni."
Se ricordo bene,non mi pare proprio che la signora Sartini, in qualità di difensore civico, abbia mantenuto un ruolo di terzietà all'epoca della richiesta di referendum popolare per la salvaguardia del lungomare di Senigallia e delle ex colonie ENEL. Più che come difensore civico operò come difensore delle tesi dell'Amministrazione comunale,negando la possibilità di esprimersi ai cittadini che sottoscrissero la richiesta di referendum.




logoEV