Un palloncino della pace è arrivato in Ungheria

02/02/2015 - “Héliumos lufin kaptunk Olaszországból üzenetet”: questa incomprensibile frase è apparsa domenica mattina in un post sul profilo facebook dell’Azione Cattolica di Senigallia.

Sotto la frase, due fotografie con il biglietto scritto da Lorenzo, della parrocchia di Pianello di Ostra ed appeso ad un pallocino che ha preso il volo da Piazza del Duca in occasione della Festa della Pace organizzata sabato 31 gennaio scorso dall’Azione Cattolica di Senigallia.

Il messaggio di Lorenzo (“Per me la pace è impossibile da raggiungere, a meno che non ci impegniamo tutti”), trasportato da una corrente particolarmente intensa, ha percorso circa 683 kilometri, fino a Kocsér (Pecs), in Ungheria, dove un giovane , Roland Kiss lo ha trovato, fotografato e inserito nella sua pagina del social network. Lorenzo è particolarmente eccitato dall’evento e la singolare notizia si è subito sparsa tra i ragazzi e gli associati all’Ac.

“Un palloncino di elio è arrivato con un messaggio dall’Italia”, ha scritto Roland che, raggiunto nella sua città ha detto: “E’ stata molto bello ed emozionante raccogliere questo piccolo segnale di pace”. In tempi di posta elettronica e di messaggi digitali capaci di raggiungere in un secondo il mondo intero, l’emozione di un palloncino che attraversa tanti confini d’Europa rimane tutta intera. Così come l’invito del piccolo Lorenzo ad essere ognuno persone di pace.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2015 alle 11:11 sul giornale del 03 febbraio 2015 - 2350 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, senigallia, serra de' conti, diocesi di Senigallia, Comune di Serra de' Conti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeN9