Ostra Vetere: ladro raggiunto alla testa da un colpo di pistola dei Carabinieri, è gravissimo

Carabinieri notte 01/02/2015 - Un colpo di pistola sparato dai Carabinieri ha raggiunto alla testa uno dei ladri fuggito dopo il furto in un'abitazione a Castelleone di Suasa.

Versa in condizioni gravissime, all'ospedale regionale di Torrette, il ladro che resososi autore, insieme ad altri compagni, di un furto avvenuto domenica pomeriggio. I carabinieri nel tardo pomeriggio di domenica erano sulle tracce di un Suv che alcuni testimoni avevano descritto come quella a bordo del quali erano scappati alcuni radri subito dopo un furto in un'abitazione a Castelleone di Suasa.

I  militari hanno trovato il Suv, intorno alle 20.30, fermo a margine della carreggiata in via Lanternone. Pensando che il fuoristrada fosse stato abbandonato dai ladri, i due carabinieri si sono avvicinati al mezzo a piedi. Improvvisamente però il suv ha acceso il motore ed è partito a tutta velocità cercando di investire i carabinieri tra cui il comandante della stazione. Proprio mentre il suv tentava la fuga, da un'altra auto dei Carabinieri è partito un colpo di pistola che ha ferito alla testa uno dei ladri. Si è trattato di un colpo di pistola sparato per difendere i due carabinieri che rischiavano di essere investiti. Il Suv però non si è fermato e solo più tardi il fuori strada è stato rinvenuto dai Carabinieri abbandonato con dentro, sul sedile posteriore, il ladro ferito.

Anche se le generalità non sono ancora chiare (il ladro non aveva con sè i documenti), sembrerebbe trattarsi di un trentenne di origini dell'Est Europa.

Gli altri complici erano scappati, presumibilmente a bordo di una Fiat Panda, ritrovata anch'essa a distanza di pochi chilometri. I ladri erano scappati a piedi. Il ladro ferito è stato ricoverato a Torrette in condizioni gravissime. A mezzanotte di domenica sembra che i medici abbiano constatato il coma irreversibile del giovane.





Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2015 alle 21:54 sul giornale del 02 febbraio 2015 - 15200 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ostra vetere, giulia mancinelli, articolo, carabinieri notte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeM2


Commento modificato il 12 febbraio 2015

Speriamo che al militare che ha sparato non creino problemi per aver svolto il proprio dovere!

L'articolo sembra preoccuparsi per la salute del povero ladro. Scommetto che i lettori preferiscono rallegrarsi per un pericolo pubblico in circolazione in meno. Ed esprimere solidarietà al valoroso Carabiniere, che sicuramente ora passerà un sacco di guai.

Luigi Alberto Weiss

02 febbraio, 08:18
"i furti che nel corso dello scorso anno sono stati 2006 rappresentando il 61,46% dei reati consumati nel territorio". Così il comunicato della Compagnia Carabinieri di Senigallia di pochi giorni fa, che faceva il bilancio dell'attività 2014 nella sua giurisdizione, che comprende anche Ostra Vetere. Nella quotidiana guerra tra guardie e ladri, l'episodio di ieri sera ci sta tutto. Le anime belle che pensano di contrastare i furti "convincendo" i ladri a non commetterli vadano a farsi una... passeggiata al mare.

francesco

02 febbraio, 09:23
purtroppo le maggiori tutele le ha chi delinque e non chi fa il proprio dovere.
....forse è ora di cambiare qualche legge

Se il "ladro" invece di andare a rubare fosse andato a lavorare onestamente come faccio io tutti i giorni, ora non ci sarebbe una persona in ospedale con un proiettile in testa ed un carabiniere sicuramente indagato nonostante abbia svolto io suo lavoro.

un Paese serio deve difendere chi difende i cittadini!




logoEV