Tagli ai finanziamenti regionali per lo sport: la Uisp in prima fila nella protesta

UISP Pesaro Urbino 29/01/2015 - Il Comitato Uisp di Senigallia aderisce alla giornata di mobilitazione promossa dal Coni Marche per protestare contro l’azzeramento dei fondi destinati allo sport, predisposto dalla Regione Marche nel bilancio 2015.

Una decisione che ci lascia senza parole, pur comprendendo le difficoltà economiche e le necessità di rimodulare la spesa pubblica. Lo sport, soprattutto l’attività motoria di base, lo sport sociale e lo sport per tutti rappresentano un grande investimento per il futuro della nostra società. Una scelta miope, quella della regione, che rischia di aggravarsi in futuro quando i danni della limitata attività fisica si faranno sentire in termini di spese sociali e sanitarie.

Lo sport non può più essere considerato un’attività complementare, un sovrappiù, ma, ormai tutti gli studi lo dimostrano, è un formidabile strumento di inclusione e integrazione sociale, di prevenzione e tutela della salute, protestiamo dunque con forza per questa decisione della Regione Marche che riteniamo dannosa e rischiosa per i cittadini. Le società sportive sono sempre più in difficoltà a causa della crisi che, da un lato ha causato un crollo nelle sponsorizzazioni, dall’altro allontana i praticanti alle prese spesso con serie difficoltà economiche. Il taglio dei fondi non solo andrà ad incidere sulla partecipazione all’attività motoria, ma anche sull’impiantistica sportiva, impedendo anche i tanti interventi urgenti di riqualificazione. Il nodo dell’impiantistica è una questione cruciale che si lega a quella della tutela della salute tramite l’attività sportiva a tutte le età.

Richiediamo alle Amministrazioni Locali di non accodarsi alle scelte della regione ma di collaborare e cooperare con le società sportive sul territorio per cercare di studiare, programmare e progettare gli interventi necessari che garantiscano ai cittadini l’opportunità di frequentare e praticare l’attività sportiva in strutture idonee e adeguate. Il comitato Uisp aderisce alla mobilitazione regionale con un minuto di sciopero nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, tutte le attività organizzate dal comitato dureranno un minuto in meno, a testimoniare simbolicamente il rischio che la scelta della Regione Marche fa correre a tutti i suoi cittadini.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2015 alle 12:26 sul giornale del 30 gennaio 2015 - 674 letture

In questo articolo si parla di attualità, uisp, sport, senigallia, uisp pesaro urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeEq