Dalle ex colonie Enel al Camping Cortina, trasferita la proprietà del lungomare al Comune

28/01/2015 - La proprietà del lungomare dalle ex colonie Enel al Camping Cortina, più altre aree contigue di campeggio o a uso privato, passa dallo Stato al Comune di Senigallia.

A firmare l'atto, questa mattina, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi e il direttore della Direzione Regionale Marche dell'Agenzia del Demanio Raffaela Narni. Si tratta complessivamente di 6 aree e 8 beni immobili, per la gran parte di terreni e aree che verranno utilizzati per migliorare e sviluppare tutto il sistema del lungomare, oltre a due unità immobiliari urbane di tipo residenziale, per una superficie complessiva di 104.943 metri quadri e uno sviluppo lineare lungomare di circa 2.700 metri.

Un trasferimento reso possibile grazie a quanto stabilito dall'articolo 56-bis del decreto legge n. 69 del 2013 sul federalismo demaniale, che ha previsto procedure semplificate per rendere il passaggio di proprietà dei beni più rapido ed efficiente.

"Oggi - afferma il sindaco Mangialardi - è un giorno molto importante per Senigallia. Subentrando al Demanio nella proprietà di beni già utilizzati per finalità pubbliche e, in parte, per alcune attività private connesse al turismo, il Comune potrà gestire direttamente queste nuove risorse e condividere con la città la programmazione degli interventi necessari a valorizzarne l'utilizzo. Il tutto, è importante sottolinearlo, senza costi aggiuntivi, considerato che gli oneri di manutenzione erano già a carico delle casse comunali".

"La firma di oggi - sottolinea il direttore Raffaella Narni - porta a compimento un percorso di grande collaborazione tra gli Enti. L'Agenzia del Demanio ha fornito tutto il proprio supporto al Comune per 'sfruttare' appieno uno strumento prezioso come il federalismo demaniale e favorire la valorizzazione dei beni e lo sviluppo del territorio".







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-01-2015 alle 14:25 sul giornale del 29 gennaio 2015 - 2002 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeBT


Luigi Alberto Weiss

28 gennaio, 16:31
Sarebbe bene scavare in tutta questa retorica burocratico-politichese per capire quali sono i "segreti disegni" del Comune su un pezzo di lungomare così importante per il turismo che non vuole "intrupparsi". Forse, ad esempio, è arrivato il momento di avere mano libera per il progetto ex colonie Enel, con la privatizzazione del lungomare ad uso del futuribile centro vacanze (ricordate?)

Lato monte o c'è qualche area lato mare?
Grazie
Leonardo Maria Conti

gasparinocarbonaro

29 gennaio, 10:07
Proprietà del Comune. Speriamo che la tendenza dell'amministrazione sia quella di ampliare le aree di proprietà del Comune e non viceversa. Speriamo che con la scusa delle difficoltà economiche non si svendano queste aree. Speriamo che soprattutto si tenga conto della assoluta necessità di difendere quel poco ambiente rimasto a disposizione dei poveri sudditi di Senigallia.




logoEV