Calcio: un week end da leoni per il Senigallia Calcio

28/01/2015 - Parafrasando il film di Todd Phillips del 2009, riadattato con la regia in questo caso di Diambra, Rota, Piccini, Mercaldo, Borreani e Gemma, attori protagonisti, tutti gli atleti del Senigallia Calcio, comparse….. tutti gli avversari di giornata.

Potrebbe sembrare un po’ di parte ed esageratamente auto celebrativo, ma, per chi ha assistito in questo fine settimana alle partite delle formazioni del Senigallia Calcio, può concordare che questo titolo possa essere abbastanza attinente alla realtà dei fatti. La prima squadra, è andata a riconquistare fuori casa, una parte di quello che ha sperperato fra le mura amiche del Bianchelli, vincendo per 3 a 1 con la Nuova Bedosti di Pesaro e consolidando la sesta posizione, a due punti dalla zona play off. E’ vero che tale formazione, nonostante sia allenata da un ottimo mister, occupa attualmente l’ultima posizione del girone B pesarese, però a ben vedere, a parte il Fanano che sta facendo la corsa a sé, il campionato è abbastanza livellato e tutte le partite si possono vincere o perdere, al di là della posizione occupata in classifica. Nella cronaca, nel primo tempo, pur essendo assai avvincente e molto combattuto, nessuna delle 2 contendenti è riuscita a superare l’altra. L’equilibrio, si è rotto nella ripresa dopo 10 minuti, col rientrante Barberini che, da fuori area, con un bel fendente, ha superato il portiere pesarese.

La reazione dei padroni di casa, non si è fatta attendere e dopo soli 4 minuti, il risultato è tornato in parità con la rete del centravanti pesarese Vichi. Altri 5 minuti e su da azione di calcio d’angolo, Viali con una entrata in area delle sue, con l’esterno superiore del legamento collaterale del ginocchio destro, ha messo il pallone in rete. Forse, la moviola in campo, avrebbe decretato anche l’intervento del tendine rotuleo dello stesso ginocchio. Un goal dei suoi insomma, della serie “non so come l’ho fatto” ma quel che conta che il “Grinta” abbia ancora timbrato il cartellino e gonfiato la rete avversaria. Per chi non lo conosce bene, ricordo che Jacopo Viali è un classe “97” juniores, prestato per necessità alla prima squadra e che non ha sofferto per niente il salto doppio di categoria. Senigallia Calcio avanti quindi per 2 a 1 e per non farsi mancare niente in tema di giovani, lo straripante Curzi classe “96” porta il risultato sul 3 a 1 con un goal favoloso da fuori area intorno al 73^ minuto. Da rilevare, per le statistiche, le ammonizioni di Grossi e Viali, ma questi sono particolari che oltre alla Lega Calcio, vanno solo ad arricchire il ‘libro nero’ del simpaticissimo e tifosissimo Carlo Casci Ceccacci.

Tutti gli elementi del Senigallia Calcio scesi in campo si sono ben comportati, ma una menzione particolare, va ai giovani Curzi, Giambartolomei e Viali. Risultato Finale Nuova Bedosti 1 – Senigallia Calcio 3. Formazione Senigallia Calcio: 1) Profenna, 2) Alessandrini, 3) Durazzi, 4) Viali, 5) Giambartolomei, 6) Moschini, 7) Curzi, (Paolini) 8) Barberini, (Liso) 9) Gorini, (Siena) 10) Mariotti, 11) Grossi (Cap) A disposiz. Angeletti, Sinacori – Allenatore Diambra Carlo Maria. Formazione Nuova Bedosti 1) Falconi, 2) Battistelli, 3) Vegliò, 4) Scartozzi, 5) Petrucci, 6) Orlandi, 7) Sgherri, 8) De Rosa, 9) Vichi, 10) Romano, 11) Pietraccini. A disposiz. Ferrari, Darko, Mattei Gentili, Sperandeo, Puggelli, Lecci, Domenicucci. Allenatore Bevilacqua Marcello. La formazione juniores, compie l’impresa di battere nettamente la formazione del Piandimeleto , con la quale nella partita di andata, aveva rimediato 6 pappine nella prestazione comunque più brutta dell’annata. Ma non è tanto il risultato di 2 a 0 a far notizia, quanto il gioco, l’intensità, i continui cambi di gioco da una fascia all’altra e le verticalizzazioni alla faccia del tanto sbandierato tiki taka di talune formazioni, che riducono l’incontro ad una noia mortale e che creano quando l’avversario non è nettamente inferiore, una occasione ogni venti minuti.

A vedere la partita, ci si domandava quando il Senigallia Calcio scoppiasse, tant’era la foga agonistica con cui i ragazzi affrontavano le varie situazioni di gioco. Evidentemente, alla lunga. il lavoro di qualità paga e se si ha pazienza, dopo il lavoro, arrivano anche i risultati. La mano dell’allenatore si vede eccome e quindi, anche se ogni velleità di classifica è riposta nel cassetto, siamo convinti che da qui al termine del campionato, Antonio Rota saprà regalare ai tifosi ed al presidente Gasparini, diverse prestazioni come quella fornita sabato pomeriggio al Bianchelli. Nella cronaca, ci limitiamo ai fatti salienti. Intorno alla mezz’ora, Riccardo Rossi Magi col suo piedino fatato Adidas 47, vedendo il portiere qualche metro fuori dalla porta, sforna un pallonetto di rara precisione che si insacca sotto la traversa e che giustifica pienamente la sua esultanza alla Luca Toni. Primo tempo, che si conclude sull’1 a 0 per i senigalliesi, che vanno al tiro più volte con i funamboli Bilbili e Maggio oltre che con Scartozzi e Cumanay che partecipano a molte azioni offensive, ma che non risultano ancora decisivi nelle finalizzazioni. Le geometrie di Guercio, che detta i tempi alla squadra, lo strapotere fisico di Rossi Maggi, uniti alla essenzialità di Bocchini e di Vernelli, la velocità di Solazzi e Barucca, con un portiere sempre più maturo e sicuro di sé, con uscite alla Neuer, fanno di questa, squadra la mina vagante di questo torneo, creando le premesse, se questi ragazzi rimanessero compatti, per una prossima grande annata.

Il secondo tempo, ricalca il primo con il Senigallia Calcio subito in pressione e con Rossi Magi che, con una saetta da fuori area, chiama il portiere pesarese ad un grandissimo intervento all’incrocio dei pali, che raccoglie un applauso lungo e convinto dal folto pubblico presente, anche se di parte senigalliese. Il Senigallia Calcio, continua a fare la partita ed anche i nuovi entrati, (fra cui anche il classe 1999 Servizi), danno il loro contributo per portare a casa i 3 punti. A pochi minuti dal termine, Bilbili si conquista una punizione da limite dell’area. Lo stesso, batte con un tiro di rara potenza che piega le mani al pur bravo portiere ospite e si infila quasi all’incrocio dei pali, mandando in visibilio i numerosi spettatori presenti. Risultato finale: Senigallia Calcio 2 – Piandimeleto 0. I migliori a nostro avviso: Rossi Magi, Bilbili, Guercio, Maggio e Bocchini che ha praticamente annullato il vivacissimo colored Ndiaye. Arbitraggio buono. Formazione del Senigallia Calcio: 1) Angeloni, 2) Solazzi, (Angeletti) 3) Barucca, 4) Vernelli, (Cap), 5) Bocchini, (Terrone) 6) Guercio, 7) Maggio, 8) Rossi Magi, (Servizi) 9) Cumanay, 10) Bilbili, 11) Scartozzi, (Farina) 12). A disposiz: Caprì, Renna, Ali. Allenatore Antonio Rota. Formazione A.C. Piandimeleto. 1) Belfortini, 2) Fossi, 3) Fabbri, 4) Lazzarini, 5) Ferretti (Cap), 6) Migiani, 7) Magistro, 8) Bilancini, 9) Ndiaye, 10) D’Angeli, 11) Cesaretti, 12) Soru, 13) Cima, 14) Magi, 15) Romanelli, 16) Conti. Allenatore Cesaretti Sergio.

Terzo exploit di giornata. a cura della formazione allievi diretta magistralmente dal Colantuono di Castelleone non solo per i capelli che furono, ma per la carica agonistica che sa trasmettere ai ragazzi in campo ed a quelli in panca. Ci ricorda un po’ il Trap quando spiega gli errori o le azioni di rilievo ai ragazzi seduti in panchina. La Piccini band, sembra una ‘scuola per canaglie’ tanto per continuare nella filmografia di Todd Phillips, in senso buono naturalmente, in quanto hanno quasi scherzato con la spauracchio Collemarino, in quanto in casa passano veramente per una squadra abbastanza ‘tosta’ in tutti i sensi. Ed allora piuttosto che metterla sull’agonismo puro, i ragazzi di Piccini hanno pensato di metterla sul piano del gioco e della bravura anche se nei primi 15 minuti sono rimasti letteralmente al palo, colpendo ben 3 legni 2 con Giommi ed 1 con Diene (Fallou). Altre 3 occasioni sventate dal portiere Orciani e siccome la fortuna ha deciso di continuare ad assistere i padroni di casa, nell’unico tiro in porta realizzato dal Collemarino, il Senigallia Calcio va sotto di un goal. Poi finalmente sazia, la fortuna si è decisa ad essere neutrale ed allora, assedio al Fort Apache e finalmente Giommi pareggia i conti di prepotenza.

Nella ripresa Piccini fa capire chiaramente di voler vincere la partita e si presenta con un 4 -2 - 4 che la dice lunga sulle sue intenzioni. A lui piace stare davanti e possibilmente non da solo, si dice che di matrimoni a lui ne basti solo uno e quindi vuole provare la fuga solitaria e scrollarsi di dosso le avversarie. Staremo a vedere. Il Senigallia Calcio va avanti e costringe gli avversari ad una difesa ad oltranza. Finalmente dopo tanto attaccare, arriva il goal che spacca la partita. Con una diagonale deviato da un difensore del Collemarino (deviazione ininfluente), Breccia porta in vantaggio i senigalliesi che non si accontentano e da uno schema di calcio d’angolo, da uno stacco imperioso di capitan Angeletti nasce il 3 a 1 che è anche il risultato finale con cui il Senigallia Calcio espugna il Sorrentino. Angeletti Giovanni (Giovi per gli amici) è saltato talmente alto, che i suoi compagni avevano terminato di fare la doccia e lui non era ancora tornato a terra, tant’è che Mister Piccini, preso da vertigini d’alta classifica, stava quasi per chiedere il cambio, credendo di giocare in 10 contro 11!

Ecccezzzionale, goal incredibile, (direbbe qualche giornalista televisivo), peccato certe prodezze non si possano documentare per farle rivedere ai ragazzini della scuola calcio! Intensità, possesso palla, determinazione, il giusto agonismo ed anche la necessaria umiltà, le caratteristiche di questa formazione. Tocchiamo ferro, ma possiamo affermare, che Piccio ha forse plasmato una formazione capace di continuare a darci le soddisfazioni a cui la squadra allievi ci ha abituato da 3 anni. E ricordo anche, che la squadra sta facendo forzatamente a meno, di Montanari e Francoletti infortunati. Al termine della giornata calcistica, il Senigallia Calcio, comanda solitaria il proprio girone con 2 punti di distacco sulla seconda. Tutti bravi, questa volta non citiamo nessuno in particolare. Formazione del Senigallia Calcio: 1) Piaggesi, 2) Angeletti (Cap), 3) Bigelli, (Magnini) 4) Giugia, (Biagetti) 5) Terrone, 6) Angeloni, 7) Pierandi, (Tonelli) 8) Leye, (Breccia) 9) Diene, (Irfan) 10) Bedetti, (Ceresi) 11) Giommi. Allenatore Marco Piccini. Formazione Pol. 98 Collemarino: 1) Orciani, 2) Mesi, 3) Bono, 4) Di Gennaro (Cap), 5) Bosco, 6) Ben Nasr, 7) Bevilacqua, 8) Bazi, 9) Tombolini, 10) Pincini, 11) Spinelli, Belvederesi, 14) Sinoimeri. Allenatore Domenichetti Sergio. Altra impresa eclatante quella compiuta dai Giovanissimi A di Mister Mercaldo che hanno espugnato il campo della Castelfrettese con una prestazione da incorniciare oltre che per il risultato, per la spettacolarità dei goal realizzati.

La prima frazione, vedeva i senigalliesi avanti per 2 reti ad 1. Poi il secondo tempo, registrava l’esploit dei padroni di casa, che ribaltavano il risultato portandosi sul 4 a 2 ma, come nei film col finale a sorpresa, il Senigallia Calcio operava il sorpasso decisivo, segnando ben 3 goal negli ultimi 15 minuti. Esultanza giustificata e grandi complimenti per Tami che ha realizzato 3 goal di pregevole fattura. Pare che lo stesso Tami, sia in odore di stage con l’Udinese Academy insieme al portierino Cinti. Altre soddisfazioni per i ragazzi, i dirigenti e soprattutto per il Presidente Gasparini Paolo, che insieme a Frulla Massimiliano e ad altri dirigenti hanno subito creduto nel progetto della squadra friulana. Gli altri goal sono stati realizzati da Rigamonti e da Agri. Risultato Finale: Castelfrettese 4 – Senigallia Calcio 5. Formazione del Senigallia Calcio: 1) Cinti, 2) Rigamonti, 3) Gambaccini, 4) Mercaldo, 5) Antoniou, 6) Corbisiero, 7) Liuti, 8) Giampieri, 9) Ogunnowo (Tami) 10) Giovannini (Cap) 11) Marzi, 13) Pompili, 14) D’Adderio, 15) Bottegoni, 16) Pierfederici, 17) Agri, 18) Tarallo. Allenatore Marco Mercaldo. L’unico neo del fine settimana, è rappresentanto dalla sconfitta dei Giovanissimi cadetti con Le Torri Castelplanio che hanno espugnato il Bianchelli con il risultato di 0 a 4. Il risultato non faceva classifica, ma volte dalle sconfitte, si impara più che dalle vittorie, sia nello sport che nella vita. Speriamo che questi ragazzi facciano tesoro di questi “insegnamenti”!.

Gli esordinenti infine, guidati dal duo Borreani – Gemma, proseguono il cammino vittorioso nel torneo Bernacchia in corso di svolgimento ad Osimo. La bella vittoria per 1 a 0 col Delfino Fano, permette a queste giovani speranze, di disputare le finali a 8 nel prossimo fine settimana di cui vi daremo conto nel prossimo comunicato.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-01-2015 alle 11:20 sul giornale del 29 gennaio 2015 - 909 letture

In questo articolo si parla di sport, senigallia, calcio, senigallia calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeBr





logoEV