Volpini (Pd): basta con le amministrive, in pole per le regionali

fabrizio volpini 26/01/2015 - Il Pd senigalliese stringe il cerchio attorno alle candidature per elezioni di primavera. Amministrative e regionali mettono in gran fermento il primo partito della città. A Senigallia i riflettori sono tutti puntati sulla ricandidatura di Maurizio Mangialardi, già ufficializzata in autunno.

Una coalizione, quella che sostiene il secondo mandato del primo cittadino, che ripropone l'alleanza con Vivi Senigallia e la Città Futura, composta da Verdi, Sel e Comunisti Italiani. Una tornata elettoriale che vede, nelle fila del Pd, la riproposizione di alcuni nomi noti ma anche illustri “fuoriuscite”. A restare in campo ci saranno sicuramente l'assessore Gennaro Campanile, che ha già dato la propria disponibilità, e il capogruppo Ilaria Ramazzotti. Non sembrano invece intenzionati a restare in gioco per il secondo mandato gli assessori Stefano Schiavoni, consigliere al tempo della Angeloni e al secondo mandato da assessore, e Paola Curzi, un mandato da consigliere e uno da assessore.

Motivazioni legati ad impegni lavorativi ma anche “etici” per lasciare spazio, come previsto dallo statuto Pd, a nuove leve scaduti i due mandati. Non si ricandiderà ma sembra proprio destinato a non uscire di scena Fabrizio Volpini, ex segretario Pd, cinque anni da capogruppo in consiglio e dieci da assessore, impegnato in questo momento nella “lotta” per le primarie alle regionali. Volpini è stato infatti tra i fautori della linea, passata in extremis, del voto per il candidato alla presidenza della Regione Marche.

“Se non ci fosse stato questo gruppo, trasversale all'interno del partito, il Pd non sarebbe uscito dal pantano in cui era finito impuntandosi su un candidato unico difficile da trovare -spiega Volpini- in questo momento esprimo soddisfazione per il risultato raggiunto, perchè ci eravamo posti l'obiettivo delle primarie perserverando anche quando la maggioranza del partito aveva preferito allinearsi alla volontà del candidato unico. Nei giorni scorsi abbiamo incontrato Ceriscioli (candidato alle primarie insieme a Pietro Marcolini) per sua richiesta confrontandoci su quello che occorre fare per sganciarsi da dieci anni di gestione Spacca”.

L'impegno dell'assessore comunale uscente sul fronte della Regione lo “espone” anche ad una possibile candidatura alle regionali che in molti stanno caldeggiando, alla luce dell'esperienza e delle competenze maturate in questi anni. Sulla sua scesa in campo alle regionali, al momento Volpini non si sbilancia ma la cosa è tutt'altro che improbabile. “Ho deciso di non ricandidarmi alle amministrative sono stato in Consiglio per quindici anni e penso di aver dato il mio contributo, sul piano umano oltre che politico -continua Volpini- naturalmente la mia esperienza resta a dispozione del Pd. Vado in pensione? Prima della pensione ho ancora 12 anni, c'è tempo...”.





Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2015 alle 23:45 sul giornale del 27 gennaio 2015 - 1178 letture

In questo articolo si parla di fabrizio volpini, giulia mancinelli, elezioni, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aewB





logoEV