Nuove imprese artigiane in caduta libera, Sargentoni (CNA): "Preoccupanti i dati 2014"

26/01/2015 - Crollano le nascite di nuove imprese nella provincia di Ancona: 860 il totale nuove iscritte anno 2014, contro le 943 del 2013; il dato più basso dopo quello del 2009 (801). Sargentoni (CNA): “Molto preoccupanti i dati 2014 delle nuove iscrizioni all’Albo Artigiani”.

“I dati dell’Albo Artigiani anno 2014 – dichiara Stefano Sargentoni, vice direttore Cna provinciale di Ancona – offrono segnali di forte preoccupazione. Nonostante il lungo periodo di difficoltà economica, le imprese artigiane continuavano a nascere nella nostra provincia, mentre ora si ripropone lo stesso drastico calo verificatosi nel 2009 che riporta le iscrizioni sotto le 900 unità”.

La zona che perde più posizioni rispetto al 2013 è quella a sud di Ancona, con una perdita di nuove imprese pari a meno 26, seguita da quella a nord con meno 21 (zona Jesi -12; zona Senigallia -17; zona Fabriano -8; in controtendenza la zona di Ancona con +2). “Analizzando i settori – continua Sargentoni – sembra proprio che il calo di nuove iscrizioni sia imputabile ancora una volta a tutto il comparto dell’edilizia, della meccanica e del tessile abbigliamento, mentre l’autoriparazione conquista nuove imprese artigiane e l’alimentare conferma l’ottima tenuta”.

Nel dettaglio, ecco il saldo tra nuove imprese artigiane 2013-2014 nei settori sopra citati: tac -13: edilizia -30; impianti -20; meccanica -12; autoriparazione +10; alimentari +25.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2015 alle 15:35 sul giornale del 27 gennaio 2015 - 724 letture

In questo articolo si parla di economia, artigianato, cna, cna ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aevL