Il TTIP, se lo conosci lo combatti: incontro a San Rocco

solidariteà e cooperazione internazionale 26/01/2015 - Il Movimento Territoriale di Cooperazione vi invita venerdì 30 gennaio a Senigallia presso l'Auditorium San Rocco – P.za Garibaldi – alle ore 21 per l'incontro - dibattito con Monica di Sisto, portavoce della campagna STOP- TTIP ITALIA.

Il TTIP, Transatlantic Trade and Investment Partnership, il trattato di libero scambio tra Unione Europea e Stati Uniti d'America è qualcosa di più di una semplice trattativa di liberalizzazione commerciale. Il trattato, innanzitutto, viene negoziato in modo opaco tra la Commissione Europea e il Ministero per il Commercio USA: non c'è accesso alle bozze dei testi dell'accordo nemmeno per i Parlamentari Europei o quelli nazionali.

Con l'alibi della ”armonizzazione” o del “reciproco riconoscimento” delle normative si assisterà ad una progressiva corsa verso il basso in cui saranno principalmente i cittadini e l'ambiente a farne le spese. I costi sociali del trattato potrebbero essere molto alti, perché con i negoziati TTIP sotto attacco sono i servizi pubblici e i beni comuni, a rischio privatizzazioni e svendite selvagge. Perché le normative a difesa dell’ambiente, i diritti dei lavoratori, lo stesso contratto collettivo, gli standard come la sicurezza dei cibi, dei luoghi di lavoro, della chimica, vengono rimessi in discussione. I servizi pubblici e la regolamentazione pubblica a difesa di aspetti sostanziali della vita dei cittadini sono considerati “ostacoli” alla libertà di investimento e di commercio.

Ma il trattato è anche una minaccia alla democrazia. Gli investitori privati avranno il diritto, bypassando la giustizia ordinaria, di trascinare i Governi di fronte ad un tribunale (arbitrato) sovranazionale se ritengono che una determinata legge, un determinato regolamento, possa danneggiare i loro profitti. Una vera e propria privatizzazione del diritto internazionale. Monica di Sisto, vicepresidente di Fairwatch (osservatorio sul clima e il commercio), insegna Modelli di sviluppo economico alla Facoltà di scienze sociali della Pontificia Università Gregoriana. Vi ricordiamo inoltre che durante la serata sarà possibile firmare per la campagna: Col pareggio ci perdi, legge costituzionale di iniziativa popolare per abrogare il pareggio di bilancio in Costituzione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2015 alle 20:17 sul giornale del 27 gennaio 2015 - 1276 letture

In questo articolo si parla di economia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aewH





logoEV