La scomparsa della Ceciliani. Mangialardi, 'Giovanna è stata un esempio per tutta la città'

23/01/2015 - "Con grande dolore e tristezza ho appreso che Giovanna Ceciliani ci ha lasciato. Oggi ci sentiamo tutti un po' più poveri, il mondo dell'associazionismo, della cultura, della scuola.

Orfani di quella umanità e di quella intelligenza che hanno animato con disinteressata passione innumerevoli sodalizi. Giovanna era "il presidente" del Centro Sociale Molinello 2, ma non dimentichiamo il suo impegno nell'Associazione Rione Porto e le tante manifestazioni popolari che l'hanno vista protagonista come il Concorso di Poesia e Racconti Dialettali, la rassegna estiva di teatro amatoriale al parco della Pace e l'indimenticabile Carnevale cittadino.

Giovanna è stata un esempio non solo per le associazioni, ma anche per le istituzioni senigalliesi. Con la sua gentile disponibilità e la grande attenzione ai temi cittadini, ha saputo coniugare il suo innato spirito di servizio con la capacità di costruire sempre qualcosa di bello, positivo e utile per la sua comunità, anche quando le difficoltà sembravano insormontabili.

Personalmente perdo un'amica alla quale mi legava un profondo sentimento di stima e rispetto, e la prassi di un costante confronto, sempre stimolante e mai banale. A nome mio e di tutta l'amministrazione comunale, porgo le sincere condoglianze a tutta la sua famiglia, al marito Carlo Tognetti e ai figli Luca e Simone".

Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, sulla scomparsa di Giovanna Ceciliani, spentasi nella giornata di venerdì all'età di 65 anni.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-01-2015 alle 10:46 sul giornale del 24 gennaio 2015 - 2658 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aenP


bruno giangiacomi

24 gennaio, 12:54
esempio per tutti noi e per la sua città
una grande e attenta organizzatrice un mezzo alla gente con la gente
(no per email)