Un presidio di Libera sabato in piazza Roma

21/01/2015 - Sono passati dieci anni da quando il 24 gennaio 2015 Attilio Romanò è stato ucciso per errore a Secondigliano (Na), vittima innocente della guerra di camorra scoppiata a fine 2004.

Il presidio di Libera Senigallia, intitolato proprio ad Attilio Romanò, vuole rendere omaggio al suo sacrificio e a tutte le vittime innocenti di mafia con un momento pubblico sabato 24 gennaio 2015 in piazza Roma. Dalle 18.30 alle 20 sarà possibile ascoltare brevi riflessioni, musica, conoscere Libera e aderire per l’anno 2015.

Desideriamo condividere un’esperienza e costruire una speranza che si rinnova ed è anche occasione di sostegno ai familiari delle vittime che in Libera hanno trovato la forza di risorgere dal loro dramma, elaborando il lutto per una ricerca di giustizia vera e profonda, trasformando il dolore in uno strumento concreto, non violento, di impegno e di azione di pace e che chiedono tre cose: giustizia, verità, dignità.  Questo perché insieme possiamo vivere sempre più la legalità che è il rispetto e la pratica delle leggi, un'esigenza fondamentale della vita sociale per promuovere il pieno sviluppo della persona umana e la costruzione del bene comune.

Legalità non sono, quindi, solo i magistrati e le forze di polizia, a cui dobbiamo riconoscenza e rispetto. Legalità dobbiamo essere tutti noi. Legalità è responsabilità, anzi corresponsabilità. Vogliamo fare nostre le parole di Don Ciotti: “Non possiamo limitarci a ricordare, per quanto il nostro dovere sia di non dimenticare. Dobbiamo trasformare la memoria in impegno, denuncia, testimonianza e cambiamento”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2015 alle 19:14 sul giornale del 22 gennaio 2015 - 623 letture

In questo articolo si parla di attualità, Libera Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aejp





logoEV