Lavori al ponte Perilli: Mangialardi, 'Apriamo un raccordo della complanare per agevolare il traffico'

maurizio mangialardi 21/01/2015 - Per ovviare al caos viabilità il Comune apre una nuova bretella di collegamento alla complanare. La decisione è stata presa dal sindaco Maurizio Mangialardi, dopo un primo bilancio dei due giorni di chiusura di un tratto di statale per i lavori sul ponte di via Perilli.

Il cantiere che rivoluzionerà la viabilità fino a maggio, sta creando, come era nelle previsioni, code e ingorghi nelle ore di punta del traffico cittadino e ogni qual volta si verifica anche un piccolo incidente o tamponamento. Le vie maggiormente intasate risultano proprio quelle di ingresso alla città, nella zona delle rotatorie di via Giordano Bruno, lo stradone Misa, viale Leopardi, via Rossini e i portici Ercolani.

“La situazione viaria è al momento sotto controllo ma si basa su un equilibrio precario perchè basta un micro incidente per provocare code e file -riferisce il sindaco Maurizio Mangialardi- i punti più nevralgici, a seguito del nuovo cantiere, sono quelli dell'incrocio del semaforo della Penna e la zona dell'ex casello autostradale, a Borgo Molino. La soluzione che stiamo mettendo a punto è l'aperture della bretella di collegamento con la complanare, quella situata in prossimità del nuovo casello autostradale. Con l'apertura di questo innesto, che avverà in questi giorni, eviteremo che i veicoli che vanno ad imboccare la complanare arrivino alle rotatorie di via Giordano Bruno, come succede adesso”.

Obiettivo principale dell'amministrazione è quello di completare i lavori entri i termini contrattuali e duqnue entro maggio. “Il rifacimento del ponte è stato un intervento di somma urgenza e dunque dobbiamo far sì che duri il meno possibile perchè non ci sono soluzioni che eliminano totalmente i disagi alla viabilità -aggiunge Mangialardi- cercheremo di comprimere il più possibile i tempi di realizzazione del nuovo ponte anche se è difficile ma di certo staremo entro i quattro mesi contrattuali”. Il cantiere del ponte sul Misa ha imposto la chiusura del tratto di statale compresa tra il semaforo della Penna e l'intersezione con via Annibal Caro, del sottopasso di via Perilli e anche quello di via della Dogana Vecchia.

Per questo la nuova viabilità individuata per sopperire alla chiusura della statale infatti, punta a sfruttare al massimo la complanare in particolare nella direttrice nord-sud. Infatti i veicoli provenienti da nord con direzione sud e ovest vengono indirizzati su Strada della Marina per imboccare la complanare ed uscire su via Giordano Bruno. Da qui è possibile dirigersi, come sempre, verso l'entroterra tramite la provinciale Arceviese, oppure ricongiungersi alla statale sud tramite via Capanna, viale dei Pini e strada delle Saline. Per i veicoli che arrivano invece da sud e sono diretti a nord, l'itinerario predisposto prevede la deviazione dalla strada statale Adriatica sud su via Galilei e l'imbocco poi della complanare fino ad uscire su strada della Marina e riaccedere alla statale Nord. E' possibile anche arrivare fino al semaforo della Penna con l'obbligo però di procedere su viale Leopardi, il ponte Zavatti e poi la complanare.





Questo è un articolo pubblicato il 21-01-2015 alle 18:12 sul giornale del 22 gennaio 2015 - 3099 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, giulia mancinelli, viabilità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aejb