Aggiungi un posto a tavola…alla cena della legalità. Grande adesione al Panzini

cena della legalità 18/01/2015 - La “grande famiglia del Panzini” ha voluto creare una occasione speciale: un invito a cena per tutti coloro che volevano mangiare ad una stessa tavola, quella della legalità, quella dell’impegno civile e della responsabilità.

Un invito che il “capo” di questa famiglia particolare, la professoressa Maria Rosella Bitti, insieme ai suoi studenti ha voluto fare ai genitori, alle associazioni di volontariato di Senigallia e alle autorità politiche e sociali. In tanti hanno risposto e mercoledì 14 gennaio oltre 150 persone si sono ritrovate nella sala Rocca del Panzini accolti dagli studenti e tutti insieme per sostenere il progetto di LIBERA. È stata sicuramente una occasione per nutrire il corpo, ma anche per nutrire lo spirito; è stato un grande momento conviviale e nello stesso tempo di grande riflessione.

Tutto in questa serata, dagli allestimenti dei tavoli, al menù, all’atmosfera che si è respirata è stato pensato e progettato per accogliere tutti al meglio……. “Siamo certi che noi ragazzi, insieme con voi adulti, potremo crescere meglio sulla strada dell’impegno, nel rispetto per la legalità” queste le parole che Giacomo e Michela della classe 5A dolciaria, hanno rivolto ai commensali. Diversi sono stati gli ingredienti che hanno fatto venir fame di legalità. Non solo un ottimo menù preparato con i prodotti di LIBERA Terra, ma anche delle piccole annotazioni che ognuno ha trovato come segnaposto, da portare a casa a ricordo della serata, anche per riflettere su alcune parole importanti quali giustizia, legalità, verità, cultura, amore, solidarietà che sono impresse nel cuore e nella mente di tutti coloro che con LIBERA vogliono diffondere la cultura della legalità come colonna portante del vivere comune e della democrazia.

Diversi sono stati gli interventi durante la cena, quello di don Paolo Gasperini, responsabile locale di Libera; di Silvano Paradisi, presidente di zona soci Coop adriatica; di Giuseppe Paolini sindaco di Isola del Piano (PU), comune che gestisce alcuni beni confiscati alle mafie; di Maurizio Mangialardi sindaco di Senigallia. Inoltre è stato letto il messaggio di Annamaria Nardiello, dirigente ufficio scolastico regionale per la provincia di Ancona, che non potendo essere presente si è complimentata per la valenza della iniziativa.

Per arrivare a questa esperienza conviviale al Panzini è stato effettuato un percorso didattico con tanti momenti formativi per portare avanti il progetto “Cibo – Territorio – Cultura – Legalità” e questo grazie ai docenti Simonetta Sagrati, Rosalba Todesco e Silvano Pettinari, coadiuvati per la cena didattica dai proff Ennio Mencarelli, Claudio Gasparini e Massimo Castignani, che hanno saputo prendere per mano gli alunni delle classi 4A cuc, 4B cuc, 4A dol, 4A sala e condurli sulla via della legalità. Veramente bravi gli alunni che si sono impegnati, perché questa è stata l’occasione di condividere una grande lezione di corresponsabilità civile e di cittadinanza attiva; sicuramente una grande esperienza utile a capire e per vivere da protagonisti il nostro tempo.

“È stato un momento emozionante, che ricorderemo per sempre. L’adesione è stata superiore alle nostre aspettative, siamo stati orgogliosi di presentare i nostri piatti, perché, mai come in questa occasione, ci siamo sentiti coinvolti ed emozionati per la consapevolezza del valore delle materie prime che stavamo lavorando. Utilizzare i prodotti delle cooperative che aderiscono a LIBERA significa dare un contributo concreto al loro sostegno” - queste le parole degli alunni - “Una frase di Don Luigi Ciotti sintetizza perfettamente le finalità del nostro progetto: La mafia teme di più la cultura che la giustizia. Investiamo in cultura”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2015 alle 18:29 sul giornale del 19 gennaio 2015 - 1379 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, senigallia, Istituo Alberghiero Panzini, Libera, cena della legalità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeag