Ztl: giro di vite sui permessi, controlli e nuova organizzazione

ztl 15/01/2015 - Giro di vite sui permessi per accedere alla ztl. Il Comune monitora i ticket finora rilasciati per transitare nelle aree a traffico limitato e riparte sulla base di una nuova organizzazione e soprattutto alla luce di nuovi accertamenti.

Un intervento nato dall'esigenza di rivedere la distribuzione dei pass che vengono rilasciati ai disabili, ai portatori di handicap muniti di apposito tesserino e ai residenti, alla luce degli aggiornamenti e dei controlli che la Polizia Municipale sta effettuando. L'obiettivo è quello di “smascherare” eventuali furbetti che utilizzano pass in modo improprio o più semplicemente accertando che chi è in possesso di un pass ne abbia effettivamente i requisiti.

I primi controlli sono già iniziati con i permessi scaduti il 31 dicembre scorso. I titolari dei pass per l'accesso alla ztl scaduto avranno tempo fino al 28 febbraio per presentare domanda di rinnovo, fornendo tutta la necessaria documentazione. Fino alla fine di febbraio tutti i veicoli con targa registrata e che mantengono i requisiti per il rilascio potranno continuare a transitare nella zona a traffico limitato senza incorrere in sanzioni. Tuttavia, poiché non sono previste ulteriori proroghe, il Comune invita i titolari dei permessi a regolare la propria posizione entro il 28 febbraio.

Altra novità, che interessa tutti i cittadini e più in generali gli automobilisti e gli autotrasportatori, riguarda la nuova modalità di richiesta e di pagamento per l'accesso temporaneo alla ztl. Da qualche settimana è infatti attivo il nuovo servizio MyCicero, un'applicazione che consente di acquistare direttamente tramite internet il pass con validità temporanea per accedere alla ztl. Proprio come già avviene per la sosta a pagamento, è ora possibile pagare l'ingresso nella ztl direttamente dal proprio telefonino, senza doversi recare fisicamente dalla Polizia Municipale e senza dover esporre alcun tagliando sul mezzo. Il sistema di controllo elettronico degli accessi alla Ztl, al quale il servizio myCicero è integrato, rileva automaticamente gli ingressi e le uscite alla ztl, riscontrando le eventuali violazioni commesse.

Un metodo che però ha già sollevato alcune polemiche. Come nel caso della Ferrari che, dopo aver richiesto l'accesso temporaneo alla ztl per scaricare alcuni pacchi a casa di parenti, è stata vista scorrazzare per tutto il giorno all'interno della ztl. Problemi di “controllo” che il sindaco Maurizio Mangialardi ha già detto di tenere sotto controllo ribadendo che “l'ingresso alla ztl è disciplinato da regole precise, uguale per tutti, e continuerà ad essere sempre così”. Sul fronte delle tariffe, per transitare temporaneamente nella ztl, occorre pagare 2,5 euro per un'ora con l'aggiunta di un'euro in più per ogni ora successiva fino ad un massimo di 10 euro per tutta la giornata.





Questo è un articolo pubblicato il 15-01-2015 alle 21:50 sul giornale del 16 gennaio 2015 - 981 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, ztl, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ad1i





logoEV