La Città Futura Senigallia: bene il ricorso della Regione Marche contro lo Sblocca Italia

La Città Futura 14/01/2015 - Esprimiamo tutta la nostra soddisfazione per il ricorso presentato dalla Regione Marche alla Corte Costituzionale contro gli articoli 37 e 38 del DL 133/2014 (il cosiddetto Sblocca Italia) che riguardano misure urgenti per l’approvvigionamento e il trasporto del gas naturale e quelle per la valorizzazione delle risorse energetiche nazionali.

Con lo Sblocca Italia si attribuisce al Ministero dello Sviluppo economico il compito di predisporre un piano delle aree in cui sono consentite le attività di ricerca e coltivazione di idrocarburi e quelle di stoccaggio sotterraneo di gas naturale senza prevedere la necessaria acquisizione dell’intesa con la Regione interessata.

In questo modo si ledono le competenze legislative regionali previste dall’articolo 117 della Costituzione in materia di produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia, oltre che quelle di governo del territorio, nonché le competenze amministrative delle Regioni in base al principio di sussidiarietà stabilito nell’articolo 118 della Costituzione.

Confidiamo quindi che la Corte Costituzionale accolga positivamente il ricorso e siamo orgogliosi di aver contribuito a questo passaggio con la nostra mozione del 29 dicembre scorso approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale di Senigallia.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-01-2015 alle 10:51 sul giornale del 15 gennaio 2015 - 547 letture

In questo articolo si parla di politica, La Città Futura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adYz