Lavori pubblici al palo: Mangialardi, 'Le priorità scuole e ponti'

maurizio mangialardi 08/01/2015 - Il nuovo anno comincia all'insegna dei lavori urgenti, quelli non più procastinabili nonostante i vincoli del patto di stabilità e i tagli a bilancio. Anche il piano degli investimenti nel bilancio 2014 è pari a zero, il Comune dovrà mettere mano ad una serie di cantieri per la sicurezza pubblica. Le priorità dei lavori pubblici riguardano infatti la sistemazione dei ponti cittadini e di alcune scuole.

Già annunciati, perchè improrogabili, i lavori di consolidamento e restauro conservativo dei due principali ponti cittadini, ponte II Giugno e ponte Garibiladi, risultati non più sicuri dagli esami statici, per una spesa totale di circa 860 mila euro. Grazie ad un contributo provinciale di 500 mila euro verranno realizzate opere di urbanizzazione e un nuovo parcheggio nell'area Peep di Cesano. Con i fondi stanziati da Società Autostrade, nell'ambito dell'ampliamento delle terza corsia dell'A14, verrano destinati quasi 360 mila euro per la riforestazione nelle zone di Cesanella e Saline per l'abbattimento dei gas serra. Dalla Regione arriveranno anche 700 mila euro per l'adeguamento sismico e messa a norma della scuola elementare e materna di Montignano mentre il Comune dovrà trovare il modo di stanziare 500 mila per la costruzione di un nuovo blocco di loculi al cimitero delle Grazie.

“Gli investimenti previsti in sede di approvazione del bilancio 2015 (5 milioni e 636 mila euro ndr) subiranno un totale azzeramento come conseguenza delle stringenti regole del patto di stabilità e dei tagli imposti -spiega il sindaco Maurizio Mangialardi- basti dire che le somme bloccate a causa del patto di stabilità per il nostro comune ammontano a 10 milioni di euro e noi ci troviamo così nell'impossibilità di spendere risorse già impegnate e destinate a finanziare opere pubbliche a beneficio della comunità e dell'economia del territorio in considerazione dell'occupazione e del reddito che queste risorse possono generare”.

Nel 2014 i principali lavori come la sistemazione dell'ex Sacelit-Italcementi, l'installazione di attrezzature per la vendita del pescato al porto e la ripresa dei lavori a palazzetto Baviera sono stati possibili grazie ai finanziamenti sovracomunali. “Anche per il 2015 proseguiremo il lavoro di ricerca e ottenimento di risorse da parte di enti sovraordinati e che proprio in virtù di questa azione abbiamo comunque programmato alcuni interventi -prosegue Mangialardi- e il completamento di quelli già avviati negli anni passati”.





Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2015 alle 23:30 sul giornale del 09 gennaio 2015 - 1075 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, giulia mancinelli, lavori, articolo e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adLj





logoEV