"Comitato Strada del Cavallo": La strada è pericolosa. Abbiamo scritto a questore e prefetto

06/01/2015 - "Ora abbiamo scritto anche al Prefetto ed al Questore". Questo è quanto hanno dichiarato i rappresentanti del Comitato, nuovamente in azione. Costretti a sollecitare ancora, più in alto stavolta, le Autorità competenti in quanto – ad oggi - nulla è stato fatto per il grave e costante pericolo che insiste lungo la Strada del Cavallo.

"Questi fatti si verificano non solo lungo la nostra via; la situazione è grave un po' dappertutto nella viabilità di campagna a causa di qualche “pazzo scatenato” che guida a velocità pericolosa, senza rispettare le regole ed il buon senso - continuano quindi il loro sfogo sottolineando come - è evidente che ci sia un costante e grave pericolo per l'incolumità di tutti, specie per chi si azzarda a piedi, per una passeggiata".

Com'è noto era stato denunciato, fin dall'estate scorsa, il pericolo che deriva della circolazione di tutti i mezzi, ad alta velocità, laddove sarebbe indispensabile invece molta prudenza ed attenzione. Questi fatti sono stati opportunamente segnalati alla Polizia Municipale, alla Polizia Stradale ed alla Polizia di Stato, ma anche ai Carabinieri che pur si erano vantati di aver lanciato il progetto “Adotta una strada!

"Noi la strada l'abbiamo adottata da sempre – dichiarano i portavoce – ma nessuna delle Autorità competenti ci ha dato ascolto. Nulla è seguito al nostro esposto del luglio 2014 , sottoscritto anche da molti cittadini. Nulla è stato fatto nemmeno dopo la manifestazione estemporanea del settembre scorso quando esponemmo sulla strada una sagoma di un poliziotto di cartone. Pensare che era bastata quel giorno questa iniziativa per dissuadere moto ed auto dal circolare con tanta imprudenza".

Ora, a mesi di distanza, sono state inoltrate due distinte lettere raccomandate al Prefetto ed al Questore. A queste sono stati allegati i ritagli stampa, anche per dimostrare che nulla è stato fatto alla chetichella, ma con il massimo di risalto possibile, sempre con l'intento di prevenire.

Se non verranno attuate le pur doverose misure di dissuasione, e quando necessario anche quelle di repressione sanzionando gli “scavezzacolli”, noi non vorremmo poi doverci trovare a dichiarare al Magistrato, che certo aprirà una inchiesta, dopo un deprecabile incidente : “Noi l'avevamo detto!

Giancarlo Fuligni e Gianluigi Mazzufferi
Comitato Strada del Cavallo



...

...





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-01-2015 alle 19:04 sul giornale del 07 gennaio 2015 - 782 letture

In questo articolo si parla di politica, gianluigi mazzufferi, strada del cavallo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adFD


Tarcisio Torreggiani

07 gennaio, 09:59
Vi sta bene cosi imparate per chi votare e pensate anche che su quella strada ci abita il Presidente del Circolo "centro Storico" del PD.