Sanita: stop all'oculistica in ospedale, Giancarli 'interroga' la Regione

enzo giancarli 04/01/2015 - Sulla base di segnalazioni di operatori sanitari dell’ospedale di Senigallia e di cittadini senigalliesi e delle valli del Misa e Nevola, ho inoltrato all’Assessore alla Sanità della Regione Marche, Mezzolani, la seguente interrogazione sull’oculistica senigalliese.

Si domanda:

1) Se risponda a verità che nell’ospedale di Senigallia è venuta meno la pronta disponibilità di oculistica, e che dunque i cittadini non sono attualmente in condizione di beneficiare in sede dei servizi di reperibilità, né di urgenze e consulenze.

2) Se tale impatto sull’offerta complessiva di un servizio tanto importante come quello oculistico sia dovuto al pensionamento di tre specialisti su quattro e alla loro mancata sostituzione.

3) Qualora risponda a verità che ci siano stati ben tre pensionamenti, quali provvedimenti sono stati adottati per la loro sostituzione.

4) Se, al di là della reperibilità, del pronto soccorso e delle consulenze urgenti, tale situazione abbia avuto effetti pesanti sulle liste di attesa; e, se sì, quali, e in che maniera si intenda rimediare al disservizio.

5) Se vi siano equipe oculistiche che si recano ad operare a Senigallia da altre sedi dell’area vasta; se sì, quali e da dove.

6) Qualora vi siano effettivamente equipe operanti da altre sedi, se questo avvenga per effetto del riordino delle reti cliniche e dunque di una programmazione o se si tratti di una situazione contingente e di emergenza che come tale rischia di impoverire l’offerta complessiva di area vasta.


da Enzo Giancarli
Consigliere Pd Regione Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-01-2015 alle 15:16 sul giornale del 05 gennaio 2015 - 1918 letture

In questo articolo si parla di regione marche, enzo giancarli, politica, almerino mezzolani, partito democratico marche, ospedale di senigallia, oculistica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adBS


asterix

05 gennaio, 09:39
Giancarli interroga la Regione? Ma vogliamo scherzare?
Fino a prova contraria il sig. Giancarli è un autorevolissimo esponente del PD,patito che esprime le massime cariche della Regione Marche compreso l'assessore alla Sanità. Non voglio pensare che le decisioni del governo regionale siano prese all'insaputa degli organi dirigenti del maggior partito che lo esprime e che gli stessi consiglieri PD dfebbano apprendere dai giornali. Quindi il sig. consigliere Giancarli più che interrogare i vertici della Regione dovrebbe lui stesso fornire ai cittadini opportune spiegazioni e giustificazioni delle decisione assunte dall'Ente che lui stesso amministra. Il resto è solo un gioco delle parti a beneficio del popolo bue.
At salùt.




logoEV