Corinaldo e Castelleone: Principi, 'Un percorso che va verso l'...unione'

matteo principi 31/12/2014 - Lunedì sera Corinaldo e Castelleone di Susa hanno compiuto un passo importante e deciso verso un nuovo modello di amministrazione del territorio, virtuoso e con uno sguardo al futuro dei nostri comuni.

L'approvazione nei rispettivi Consigli Comunali del trasferimento di funzioni fondamentali, quali l'ufficio Lavori Pubblici e manutenzione, Urbanistica e ambiente, Parchi e giardini, Protezione civile ed edilizia scolastica all'unione dei Comuni Misa-Nevola, è un segnale forte del percorso intrapreso da tempo dai due Comune e che prosegue con convinzione. Rafforzare l'unione dei Comuni è infatti il chiaro esempio di una nuova concezione amministrativa, capace di superare con slancio i confini comunali e guardare con strategie, progetti ed economie a tutto il territorio. Un modo nuovo di pensare in maniera strategica la politica di gestione di un distretto territoriale come i comuni di Corinaldo e Castelleone di Suasa.

Non una scelta obbligata, ma un preciso intento politico di migliorare la qualità dei servizi erogati, in economia e soprattutto in uno scenario amministrativo completamente diverso rispetto a pochi anni fa. Oggi più che mai è fondamentale riuscire a gestire e controllare il cambiamento che i piccoli comuni stanno affrontando, e non subire quanto deciso da enti sovraordinati. Corinaldo insieme a Castelleone sta percorrendo questa strada, forte di progettualità e di intenti comuni. I due Comuni stanno costruendo un esempio per tutta la vallata, pronti al confronto e all'apertura e tutti gli enti interessati a questo percorso. Il trasferimento di funzioni dal singolo comune all'unione, infatti, rappresenta per i cittadini un miglioramento del servizio e allo stesso tempo un evidente risparmio economico e di burocrazia. Siamo partiti dal basso, dalla condivisione di alcuni servizi e di alcune funzioni.

Stiamo facendo un cammino amministrativo graduale ma assolutamente propedeutico alla creazione futura di un nuovo soggetto che possa al meglio amministrare e gestire l'intero territorio. Una sfida impegnativa, una strada che va percorsa con la massima attenzione ma che, senza dubbio, rappresenta l'unica via verso un nuovo modo di amministrare il territorio fatto di qualità dei servizi, progettualità futura ed economie di gestione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-12-2014 alle 14:44 sul giornale del 02 gennaio 2015 - 1277 letture

In questo articolo si parla di politica, comune di corinaldo, corinaldo, matteo principi e piace a eneabartolini pilviman

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adwQ





logoEV