Cittadinanza CreA(t)tiva: gli studenti spiegano ai docenti come fare

istituto alberghiero panzini di senigallia 23/09/2014 - Bambini, democrazia, salute, lavoro, cibo, multicultura, acqua: queste le parole chiave dei percorsi proposti dal kit didattico realizzato dagli studenti che diventerà un aiuto alla didattica per i docenti.

Il kit contiene video, giochi, attività di ricerca, documenti, lavori di gruppo, mappe mentali che aiutano a ripensare e a promuovere i diritti e i doveri al servizio del Bene Comune. Il titolo è “Cittadinanza CreA(t)tiva: percorsi di cittadinanza”; è stato presentato in conferenza stampa il 23 settembre all’I.I.S. Panzini di Senigallia, ed è distribuito gratuitamente in formato cartaceo e sul web, sul sito http://marchesolidali.com.

È stato elaborato dagli studenti degli ultimi due anni delle superiori di 9 scuole marchigiane a conclusione del progetto “Cittadinanza CreA(t)tiva: diritti e doveri al servizio del Bene Comune” portato avanti da una rete di ONG riunite nel Coordinamento Organizzazioni Marchigiane, Marche Solidali – COM. Nel corso del progetto sono stati realizzati 7 laboratori con 14 classi, quarte e quinte, di scuole superiori. I materiali elaborati dagli studenti sono stati raccolti nel kit. Il progetto, di cui CVM (Comunità Volontari per il Mondo) è capofila, è stato cofinanziato dalla Regione Marche – Assessorato alle Politiche giovanili - ed è partito lo scorso anno. Ha visto come partner Iscos Marche, Cospe, Cifa for Children, ARCI, CESTAS, CSV Marche e L’Africa chiama. Hanno partecipato scuole da tutta la regione: IIS A. Panzini – Senigallia, Liceo delle Scienze Umane (Liceo Classico Vittorio Emanuele II) – Jesi, Liceo classico Giacomo Leopardi – Recanati, Istituto Alberghiero Einaudi - Porto Sant’Elpidio, Liceo delle scienze umane Rinaldini – Ancona, ITCG Cuppari – Jesi, IIS Galilei – Jesi, Liceo linguistico Mamiani – Pesaro, Istituto Professionale Olivetti – Fano.

Il kit è stato presentato da Vincenzo Russo, dell’ISCOS Marche, l’organismo di cooperazione internazionale della CISL Marche che si pone come obiettivo di aiutare i lavoratori più poveri del mondo, di fare campagne per i diritti umani e del lavoro, di promuovere lo sviluppo locale, la salute, la democrazia. La prof.ssa Maria Rosella Bitti, dirigente scolastico dell’istituto Panzini di Senigallia, ha sottolineato l’importanza di questo percorso che ha maturato negli alunni la consapevolezza del loro ruolo di cittadini del mondo e l’originalità del lavoro svolto con la realizzazione del kit come strumento didattico per i docenti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2014 alle 23:04 sul giornale del 24 settembre 2014 - 1197 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, senigallia, Istituo Alberghiero Panzini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/989