Linea Roma-Ancona: anche la senatrice Amati all'incontro con il Ministro Lupi

Ministro Maurizio Lupi Senigallia 27/06/2014 - Gli onorevoli Carrescia, Lodolini, Manzi, Morani e Preziosi e la sen. Amati si sono incontrati con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Lupi, per fare il punto della situazione sulle criticità del trasporto ferroviario sulla linea Roma-Ancona e sulle altre questioni riguardanti le competenze del MIT. Erano presenti alla riunione anche l’ing. Michele Elia, Amministratore Delegato di RFI, e l’ing. Vincenzo Soprano, Chief Executive di Trenitalia.

In merito alla situazione del trasporto ferroviario i parlamentari hanno evidenziato, fra l’altro, la mancanza di un collegamento in alcune fasce della giornata a seguito della soppressione degli Eurostar negli anni passati e la mancanza di un coordinamento negli orari di alcuni treni interregionali che finiscono la loro corsa in Umbria. E’ stata affrontata anche la situazione dei servizi che riscontra, nell’ultimo semestre un miglioramento quanto agli orari con ritardi medi, per gli Intercity, che ad esempio, si sono ridotti sotto i dieci minuti a fronte dei circa trenta di dicembre. Nota dolente è invece quella legata al tracciato della Orte-Falconara che è ancora per la maggior parte ( 76 km. su 190) a binario unico influendo negativamente sia sui tempi di percorrenza che sulla capacità della linea. I parlamentari hanno sollecitato anche la necessità dell’ammodernamento del materiale rotabile sulla lunga percorrenza, sia per quanto riguarda il servizio regionale sia per quanto riguarda quello universale (Intercity) recuperando, ad esempio, gli ETR (i c.d. “Pendolini”) che sarebbero molto più utili su una tratta ad elevata tortuosità come la Roma-Ancona.

E’ stata anche sollecitata una maggiore attenzione alla manutenzione ordinaria (sistemi di areazione, pulizia, apertura porte ecc.). Infine al Ministro Lupi è stata avanzata la richiesta di prevedere un fondo perequativo per il riparto del Fondo nazionale per il Trasporto Pubblico Locale che oggi distribuisce le risorse in modo penalizzante per le Marche (68 euro/abitante a fronte dei 130 della Calabria o degli 81 dell’Emilia Romagna). Il Ministro Lupi ha invitato Trenitalia e RFI a valutare con attenzione i problemi sollevati ed ha evidenziato l’attenzione del Governo verso le infrastrutture delle Marche (Quadrilatero, terza corsia autostradale, Fano-Grosseto, collegamento Porto-grande viabilità) ed i circa 700 milioni di investimenti sulla tratta Orte-Falconara con numerose opere in corso fra le quali anche il raddoppio della Castelplanio-Montecarotto.

Dall’incontro è emersa la volontà sia del Governo sia di Trenitali e RFI di mantenere e migliorare, ove possibile, il livello dei servizi. Trenitalia, in particolare, valuterà con attenzione l’inserimento sulla linea Adriatica, nel periodo estivo, di fermate aggiuntive in località, come Senigallia, di forte richiamo turistico. Un incontro che i parlamentari del Partito Democratico delle Marche giudicano sostanzialmente positivo dal quale è emerso un impegno di Trenitalia e RFI al miglioramento delle prestazioni attuali e ad evitare penalizzazioni ad una linea che, per la sua struttura e potenzialità di trasporto, non è certamente fra le più competitive.


da On. Piergiorgio Carrescia
Deputato del Partito Democratico





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2014 alle 19:13 sul giornale del 28 giugno 2014 - 1158 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, piergiorgio carrescia, lupi, ministro Lupi, ministro maurizio lupi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6vP





logoEV