Mangialardi a Paradisi: 'Stia tranquillo, sull'alluvione nessun insabbiamento'

Maurizio Mangialardi Leggo di accorati appelli rivolti dal Consigliere Paradisi ai cittadini senigalliesi che vengono invitati a venire martedì prossimo in Consiglio Comunale per sventare così il tentativo della maggioranza di insabbiare l’istituzione di una commissione consiliare d’inchiesta sull’alluvione del 3 maggio.

Vorrei tranquillizzare Paradisi: non ci sarà alcun insabbiamento. Al contrario, siamo più che disponibili a votare qualsiasi provvedimento o qualsiasi organismo utile a fare chiarezza e ad approfondire la conoscenza delle cause di un evento eccezionale ed imprevedibile che ha causato la morte di tre persone e la devastazione di interi quartieri.

Del resto sono proprio io, come sindaco di una comunità ferita, il primo a voler chiedere chiarezza, perché anche se il Comune di Senigallia non ha alcun tipo di potere o competenza in ordine alla gestione del fiume, sono sempre i nostri cittadini a dover pagare il prezzo più alto. Quindi ben vengano le commissioni consiliari d’inchiesta, anche se c’è già un’inchiesta della Procura in corso che accerterà i fatti e rispetto al cui operato siamo assolutamente sereni conoscendo bene quello che abbiamo fatto.

Certo, rimango piuttosto stupito nel verificare come esistano agli atti tante e diverse richieste di commissioni d’inchiesta avanzate dai consiglieri di minoranza, sospinti evidentemente più che dalla volontà di comprendere dall’urgenza di mettersi in evidenza, apponendo sull’istanza la propria bandierina di parte. Confesso che la questione non mi appassiona, anche perché sono impegnato in questioni più importanti per i cittadini di Senigallia: arrivare alla dichiarazione di stato d’emergenza da parte del governo con le relative risorse, ottenere dalla regione lo stanziamento di fondi per aiutare la popolazione e misure per rilanciare il turismo, acquisire dalla generosità dei privati denaro utile per assicurare una boccata d’ossigeno a famiglie ed imprese.

Perché l’unica bandiera che mi piacerebbe issare sul palazzo comunale è quella dell’interesse generale dei cittadini, riponendo le bandierine di parte.


da Maurizio Mangialardi
sindaco di Senigallia



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2014 alle 21:43 sul giornale del 31 maggio 2014 - 1845 letture

In questo articolo si parla di maurizio mangialardi, politica, sindaco e piace a Franco52

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/46V


Nell’interesse generale dei cittadini:
1 - oggi su Rai3 il geologo Principi dell’Autorità di Bacino della Regione Marche ha affermato che, in effetti, la realizzazione della terza corsia dell’autostrada può ritenersi una delle concause dei danni provocati dall’alluvione; non è lecito dubitare sulla reale congruità della verifica e della validazione del progetto di tale opera pubblica?
2 - il Piano stralcio di bacino per l'Assetto Idrogeologico (PAI) regionale è stato fondato essenzialmente sulle testimonianze di ciò che è accaduto nel tempo; non è altrettanto lecito dubitare che qualche versione originaria dello stesso prevedesse anche la zona del Portone (ove originariamente era localizzato lo scolmatore del fiume Misa) come zona R4, cioè a massimo rischio di esondazione? e se così fosse, a quale attività di ricerca ed a quale soggetto politico è riconducibile la successiva deperimetrazione di quell’area che, per tale motivo, non ci si sarebbe preoccupati di allertare?

Luigi Alberto Weiss

01 giugno, 11:55
Quando uno dell'ex PD raccomanda di stare tranquilli, c'è da preoccuparsi seriamente. Poi questa idea del "tutti insieme appassionatamente" è una maniera abbastanza meschina per nascondere le responsabilità presenti e passate.
Per dire, avete mai fatto caso che all'uscita del casello autostradale, sulla destra, c'è sempre un laghetto nemmeno piccolo? La frenesia di ribaltare il casello, cementificando a più non posso (ambientalisti dove eravate?), forse non ha tenuto conto delle condizioni idrogeologiche dei luoghi. Ma bisognava avere qualcosa per la propaganda elettorale, Il poi sarebbe stato un problema di altri.

Di grazia, e in che modo la realizzazione della terza corsia potrebbe essere una delle concause?

Lo sfondamento è avvenuto a borgo bicchia e l'attraversamento del misa da parte dell'autostrada non ha recato nessuna variazione al letto del fiume.

Tanto vale chiederlo ad un cartomante.

Se ci sarà una perizia tecnica firmata da un ingegnere per l'ambiente e il territorio e un ingegnere civile che identifica, come concausa, le procedure eseguite per la realizzazione della tersa corsia bene, altrimenti è solo aria fritta per deresponsabilizzare le amministrazioni.

#staiserenomaurizio

I senigalliesi già hanno confermato, con il voto, la non responsabitlità delle amministrazioni comunali, provinciali, regionali, tutte saldamento in mano al pd, ds, pds da almeno vent'anni.....

Ovviamente un ingegnere la pensa un po' diversamente, ma non tutti i senigalliesi lo sono.

p.s.:
Il geologo dell'autorità di bacino della regione marche E' uno dei responsabili, a ben vedere, quindi attribuire le colpe ad altri è solo un esercizio politico di deresponsabilizzazione.

Le persone competenti nei posti chiave, questa sarebbe una rivoluzione, altro che chiacchiere del pd.

Nell’interesse generale dei cittadini:
A - Che TRISTALIA abbia letto quanto scrivevo il 13 maggio scorso su Vivere Senigallia e ritenga sia una concausa piuttosto la pista ciclabile realizzata in cima all’argine che viene fatta vedere al minuto 9:00 del video http://www.youreporter.it/video_Alla_ricerca_dei_luoghi_della_rottura_degli_argini_del_Misa (con annotazione Geol. Marco Brunelli di Ancona) e che abbia il dubbio che, nel progettarla autorizzarla ed eseguirla, possano non essere state adottate tutte le necessarie precauzioni?
B - Che anche TRISTALIA voglia sapere cosa facesse laddove il Misa è fuoriuscito l’escavatore (in movimento) che viene fatto vedere al minuto 10:00 dello stesso video e da quando vi stesse lavorando, nonché a quale ente pubblico (Regione, Provincia o Comune) fosse riconducibile tale presenza?