È la vita, dolcezza: reading su racconti di Gabriella Kuruvilla

29/05/2014 - L' Associazione Cerchio Interculturale Donne per la Pace Amàrantos di Senigallia presenta al pubblico il reading “È la vita, dolcezza”, sui racconti della scrittrice Gabriella Kuruvilla.

L’appuntamento è per sabato 31 maggio alle ore 17 alla Biblioteca Antonelliana di Senigallia ed è organizzato nell’ambito della manifestazione regionale "Se vuoi la pace prepara la pace" promossa dall'Università per la Pace delle Marche. La regia è a cura di Gianluca Barbadori. Sarà presente l’autrice. Leggono: Valeria Bellagamba, Malika Berhout, Lalla Guxiang, Francesco Imparato, Luigina Lampacrescia, Rosaria Leonardi Cenerelli, Mara Marinelli, Michela Verdenelli, Serafina Violini. Ingresso libero.

Gabriella KURUVILLA una delle promesse della narrativa italiana contemporanea, nata a Milano da padre indiano e madre italiana, laureata in architettura, giornalista professionista dal 2000, scrittrice e pittrice, racconta storie reali con un linguaggio molto vicino a quello parlato.

“È la vita, dolcezza” condensa in 14 racconti, ognuno dedicato a esigenze esistenziali di marginalità, una realtà che discrimina chi considera diverso sulla base dell’appartenenza razziale. Il meticciato delle seconde generazioni crea sentimenti sfaccettati e spesso oscuri; l’autrice tratteggia questo disagio complesso e sfuggente concentrandosi sulla comunità indiana residente nell’hinterland milanese. Uomini e spesso donne che percorrono con passo incerto ma costante la loro strada verso l’inserimento in una società che tende a sopraffare il debole, ripetendo che “questa è la vita, dolcezza!”

Gianluca BARBADORI direttore artistico del festival “Un Ponte tra Culture”, è attore, regista e pedagogo teatrale. La sua attività si è sviluppata dal 1992 tra Italia, Argentina, Brasile, Canada, Colombia, Iran, Portogallo, Stati Uniti, Uruguay; lavora in 5 lingue (italiano, spagnolo, portoghese, inglese, greco). Dal 2005 è responsabile, ad Ancona, del Laboratorio Teatrale Interculturale “Teatropolis”, cui partecipano, dopo 10 anni, oltre quaranta persone (al momento di 21 diverse nazionalità), e del “Laboratorio Teatrale Giovanile – Teatropolis Giovani” un progetto che, nella città di Ancona, coinvolge giovani ed adolescenti italiani e figli di immigrati di prima e seconda generazione, ragazzi inviati dai Servizi Sociali del Tribunale dei Minori, ragazzi dei Centri di Accoglienza per Minori Stranieri rifugiati.

L'Associazione Interculturale Amárantos Donne per la pace si apre alla cittadinanza per la promozione sociale della donna, attraverso una serie di eventi culturali e manifestazioni artistiche, svolte in collaborazione con professionisti delle arti, della musica e dei linguaggi espressivi, presenti nel nostro territorio, per favorire la riflessione sui temi legati all'educazione, alla conoscenza e al rispetto tra le diverse culture. Nato come gruppo interculturale, che si è espresso attraverso la messa in scena di Reading in collaborazione con la Scuola di Pace del Comune di Senigallia, il gruppo si è poi costituito come realtà associativa a partire dal settembre 2013, proponendosi come Associazione di Promozione Sociale dei diritti umani per un'etica transculturale.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2014 alle 22:01 sul giornale del 30 maggio 2014 - 604 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/43s





logoEV