La casa di Omero: saggio di tennistavolo al Centro Olimpico

25/05/2014 - La Casa di Omero, una Onlus di volontariato sociale, in collaborazione con il Centro Olimpico Tennistavolo organizza da alcuni anni una attività sportiva per i propri iscritti con problematiche neurologiche.

La Prof.ssa Crivellini Paola, docente all'IPSIA, ex-giocatrice di valore nazionale, ricorre al pingpong per accrescere nei ragazzi la capacità di controllo neuromuscolare ottenendo risultati che all'inizio del progetto sembravano irraggiungibili. Tenere in mano una racchetta e farci rimbalzare la pallina camminando avanti ed indietro, colpire la pallina dopo il rimbalzo sul proprio campo e mandarla nel campo avverso sono attività che sembrano facili ma ma non lo sono affatto ed ognuno di noi ne ha sicuramente ricordo di quando lo ha fatto, magari al mare o in casa di amici.

Le attività della Casa di Omero e della Prof.ssa Crivellini sono davvero encomiabili ed il Tennistavolo Senigallia è ben lieto di sostenere l'iniziativa che ha una valenza così profondamente umana e che utilizza lo sport come crescita personale. Lo sport non è infatti solamente agonismo, esaltazione dell'individualismo, vittoria contro avversari ma può essere anche promozione sociale, crescita culturale, attività di aggregazione giovanile e non, miglioramento personale. I corsi si svolgono ogni anno nei primi mesi concludendosi a maggio con un saggio che questa volta si svolgerà martedì 27 maggio alle ore 17,00 presso il Centro Olimpico.


da Centro Olimpico Tennistavolo Senigallia



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2014 alle 15:49 sul giornale del 26 maggio 2014 - 595 letture

In questo articolo si parla di sport, Centro Olimpico Tennistavolo Senigallia, la casa di omero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/4M0





logoEV