Alluvione, Siulp: 'Nuovo incontro con il Questore per verificare se gli impegni presi vengono rispettati'

24/05/2014 - La Segreteria Provinciale ha nuovamente incontrato il Questore per verificare se gli impegni presi nell’incontro del 13 maggio si erano tramutati in azioni concrete.

La struttura che ospita il Commissariato di P.S. di Senigallia ed il Distaccamento Polizia Stradale, è stata severamente danneggiata dalla recente alluvione.

La paura che i colleghi di Senigallia non vengano messi nelle condizioni ottimali per operare si sta tramutando in certezza. L’incontro non ha dato nessuna rassicurazione che la macchina operativa sia entrata a pieno titolo a funzionare.

Vi è da dire che non è mancata la buona volontà da parte di tutto il personale, ma da sola non basta e funge da foglia di fico per coprire carenze organizzative.

A distanza di 8 giorni dall’evento c’erano ancora poliziotti (normalmente impiegati in attività investigative) che venivano utilizzati in lavori di pulizia all’interno del Commissariato, se questo poteva essere considerato normale nell’immediatezza dell’alluvione, a distanza di più di una settimana risulta una grave anomalia.

Attualmente il piano sotterraneo dello stabile, adibito a garage, spogliatoio ed armeria, è totalmente inagibile; i colleghi si trovano a dover lavorare in emergenza, utilizzando un quadro elettrico provvisorio che presenta cavi elettrici e telefonici a scoperti.  Il portone di ingresso non funziona automaticamente ma solo manualmente, per non parlare della sostituzione e distribuzione del vestiario con i colori di istituto che risulta carente e deficitaria nelle taglie. Inoltre anche la situazione perimetrale esterna del Commissariato è in attesa di una radicale manutenzione.

Queste sono solo alcune delle difficoltà operative che abbiamo segnalato al Questore.

Abbiamo preso atto che a livello periferico sono state attivate tutte le procedure necessarie, sono iniziate anche in data odierne le pulizie dei piani (escluso il piano sotterraneo), ma dal Centro non è giunta nessuna risposta e, ad oggi, non si hanno certezze sulla data di inizio dei lavori e sulle somme che verranno messe a disposizione.

Con la stagione estiva alle porte rendere operative tutte le strutture di ausilio e supporto all’attività di Polizia è prioritario rispetto al pieno e normale funzionamento dell’apparato preposto alla sicurezza dei cittadini.

Ci aspettiamo, quindi, risposte ma soprattutto azioni concrete da parte delle Istituzioni interessate.


da Siulp
sindacato italiano unitario lavoratori di Polizia



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2014 alle 16:53 sul giornale del 26 maggio 2014 - 682 letture

In questo articolo si parla di attualità, Siulp

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/4MC