Veicoli alluvionati: cosa fare per richiedere il rimborso

22/05/2014 - La Polizia Municipale ha diramato precise istruzioni per tutti coloro che, a causa dell’alluvione dello scorso 3 maggio, hanno dovuto rimuovere o rottamare la propria automobile.

In caso di veicolo alluvionato, se lo stesso è stato rimosso dalla ditta Frulla srl, convenzionata con il Comune, si informa che:

-              il veicolo è a disposizione del proprietario nel luogo di custodia della ditta Frulla di Senigallia, in via Botticelli 43;

-              il proprietario non dovrà pagare nulla per la rimozione e potrà disporre del suo veicolo come ritiene più opportuno: ripararlo, venderlo o demolirlo avvalendosi di ditte di sua fiducia;

-              chi avesse già effettuato il pagamento della rimozione alla ditta Frulla potrà rivolgersi direttamente alla stessa per ottenere il relativo rimborso.

Se il veicolo è stato invece rimosso autonomamente dal proprietario, affidando il servizio ad una ditta diversa dalla ditta convenzionata Frulla , si informa che:

-              al proprietario sarà riconosciuto il rimborso per la rimozione del veicolo per una cifra massima di € 60,00 previa esibizione della seguente documentazione:

                1. ricevuta/fattura per la rimozione, indicante i dati identificativi del veicolo;

                2. richiesta di rimborso secondo il modello allegato e scaricabile dal sito web www.comune.senigallia.an.it  , da presentarsi all’ufficio economato sito in viale Leopardi 6;

La richiesta di rimborso potrà essere presentata esclusivamente nel periodo dal 3 al 30 giugno 2014 (oltre tale data nulla sarà più riconosciuto); gli orari di apertura al pubblico dell’ufficio economato per l’espletamento delle pratiche di rimborso è il seguente: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.30 e il martedì e giovedì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.00;

Se il veicolo è andato distrutto e si vuole demolirlo va consegnato direttamente a un centro di demolizione autorizzato allo smaltimento e radiazione dal PRA oppure ci si può rivolgere alla propria officina di fiducia.

Si informa che occorre consegnare al centro di raccolta autorizzato insieme al veicolo da demolire, anche le targhe, la carta di circolazione e il certificato di proprietà. Se nell’alluvione sono andate distrutte o smarrite le targhe o i documenti, si deve consegnare al centro di raccolta la relativa denuncia (o dichiarazione sostitutiva di resa denuncia), presentata agli organi di pubblica sicurezza.

Al momento della consegna del veicolo da demolire, il centro di raccolta rilascerà al proprietario/detentore del veicolo il "certificato di rottamazione".  Questo certificato solleva da ogni responsabilità (civile, penale e amministrativa) il proprietario del veicolo. Inoltre dalla data di consegna del veicolo, dichiarata nel certificato, cessa anche l'obbligo del pagamento della tassa automobilistica (bollo auto), a carico dell'intestatario al PRA.

Nel pdf il modulo per la richiesta.



...

Modulo per la richiesta...





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2014 alle 14:22 sul giornale del 24 maggio 2014 - 6694 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/4Em


Pensavo si parlasse del rimborso dei danni. Invece è il rimborso delle spese di rimozione.

Hai ragione Brenno....redazione siate un pò più precisi nel titolo è ingannevole.

paolofiore

Commento modificato il 23 maggio 2014

Ed ora attendiamo fiduciosi che la Polizia Municipale dirami precise istruzioni anche per ottenere il rimborso del danno procurato all’automobile che è stato necessario rimuovere, riparare e/o rottamare, a causa di quel mancato allarme di cui tanto si parla, e che avrebbe consentito ai più - almeno - di mettere agevolmente al sicuro i loro mezzi di trasporto.

Appare quindi difficilmente condivisibile il termine perentorio stabilito nel comunicato laddove scritto che la richiesta di rimborso potrà essere presentata esclusivamente nel periodo dal 3 al 30 giugno 2014 ed oltre tale data nulla sarà più riconosciuto.

@iolo_so: per il rimborso danni semmai si farà causa a chi ha la responsabilità del mancato allarme




logoEV
logoEV